Data odierna 19-01-2018

“Una manovra seria e responsabile” :così il ministro per l’economia Giulio Tremonti ha definito il documento messo a punto ed illustrato ieri nel vertice di maggioranza svoltosi nella residenza...

“Una manovra seria e responsabile” :così il ministro per l’economia Giulio Tremonti ha definito il documento messo a punto ed illustrato ieri nel vertice di maggioranza svoltosi nella residenza romana del premier Silvio Berlusconi.

La manovra economica del governo italiano si avvia, ora, alla prova dell’approvazione in consiglio dei ministri, programmato per domani.I numeri. L’importo complessivo del provvedimento sarà di 47 miliardi, di cui 2 per il 2011, 5 per il 2012 e 20 ciascuno per gli anni 2013 e  2014. Scongiurate, almeno per il momento, le polemiche e le propensioni a farne un processo al ministro dell’Economia, delle cui possibili dimissioni si sono succedute nella mattinata di ieri voci e smentite.

Il ministro Tremonti si è detto convinto di aver messo a punto “una manovra seria e responsabile”,  secondo colleghi di governo avrebbe recepito la richiesta di collegialità tra i ministri nelle decisioni.  Berlusconi, inoltre, è apparso soddisfatto del ritrovato clima d’intesa che ha caratterizzato l’incontro ed ha invitato i suoi ministri a comunicare anche all’esterno questo clima, l’unità dell’esecutivo e la volontà di coesione.

All’interno della maggioranza è emersa una linea chiara del presidente del Consiglio: nessun rinvio della manovra, ed una posizione altrettanto degli alleati della Lega, espressa dallo stesso Bossi: il governo resta a rischio fino a quando non passa il provvedimento.

Quanto all’opposizione, la manovra  di Tremonti non la soddisfa, tanto che il segretario del PD, Bersani, la definisce una “farsa drammatica», criticandone la spalmatura pluriennale che concentrerà il grosso sul biennio 2013-2014, una “presa in giro colossale per l’Italia”. Secondo il leader dell’UDC, inoltre,  per farla c’è “bisogno di una coalizione alternativa che si concentri sulle scelte fondamentali per il Paese”. Più cauto il leader dell’IDV che conferma la sua nuova linea politica annunciando “Esamineremo voce per voce la manovra di Tremonti e alla fine diremo un sì o un no”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento