Data odierna 22-10-2017

L’ON. GARAVINI(PD): PASSI IN AVANTI MA ANCORA IRRISOLTO IL CRIPTAGGIO DEI GRANDI EVENTI. “Finalmente diventa più facile per gli italiani nel mondo mantenere un contatto con la cultura...

L’ON. GARAVINI(PD): PASSI IN AVANTI MA ANCORA IRRISOLTO IL CRIPTAGGIO DEI GRANDI EVENTI. “Finalmente diventa più facile per gli italiani nel mondo mantenere un contatto con la cultura della madrepatria e informarsi sui fatti di attualitá italiana”. Lo dice la deputata del Pd eletta all’estero Laura Garavini, la quale spiega come il nuovo contratto di servizio Rai e ministero dello sviluppo economico 2010-2012 “prevede un impegno da parte della televisione pubblica a mantenere vivo il legame dei cittadini italiani residenti all’estero, offrendo un’adeguata programmazione che consenta di portare la cultura italiana, anche di carattere regionale, a un più vasto pubblico oltreconfine”.
Infatti, tale contratto, attualmente allo studio della Commissione Parlamentare di Vigilanza, chiede alla Rai di “adottare le più opportune politiche di criptaggio al fine di garantire in forma gratuita l’accesso all’intera programmazione diffusa dalle reti generaliste e trasmessa in simulcast via satellite”. È quanto si evince dalla risposta del sottosegretario Stefano Saglia all’interrogazione dell’on. Mattesini (PD), sostenuta anche da Laura Garavini. “Un risultato importante”, commenta la parlamentare eletta in Europa, “per i tanti connazionali che vivono all’estero e attualmente non riescono a vedere i canali Rai in streaming”.
“Peccato”, aggiunge Garavini, “che i grandi eventi come i mondiali di calcio continueranno, per ora, a non essere visibili oltreconfine a causa del disinteresse della Rai che, non avendo acquisito i diritti per la trasmissione fuori dell’Italia, oscurerá anche questa volta gli schermi dei nostri cittadini all’estero. È deplorevole”, conclude la deputata, “come anche in questo caso saranno ancora una volta gli interessi delle nostre comunitá nel mondo ad essere subordinati a pure questioni di bilancio”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento