Data odierna 22-10-2017

Due giornate di incontri e iniziative nella capitale argentina per Fabio Porta, parlamentare del Partito Democratico eletto nella Ripartizione America Meridionale. Su invito della Fe.L.C.I., una federazione...

Porta a Buenos Aires per una conferenza su Lingua e cultura italiana all’estero

Due giornate di incontri e iniziative nella capitale argentina per Fabio Porta, parlamentare del Partito Democratico eletto nella Ripartizione America Meridionale.

Su invito della Fe.L.C.I., una federazione di entità italiane che riunisce trenta associazioni nella Provincia di Buenos Aires, il deputato ha partecipato ad una incontro-dibattito sui temi della lingua e della cultura, accompagnato dalla consigliera del CGIE Maria Rosa Arona.

Ad accogliere e presentare al pubblico, attento e qualificato, accorso all’evento il Vice Presidente dell’Associazione Calabrese di Buenos Aires Bruno Zito; presenti il Presidente della Fe.L.C.I. Josè Bianco, la Segretaria Eleonora Starna, il Consigliere del Comites Vito Fioravanti e il Segretario del PD Argentina Alfredo Llana.

“Il tema della promozione della lingua e cultura italiana nel mondo – ha detto il deputato del PD – è centrale per il futuro del rapporto dell’Italia con le sue comunità all’estero e per il ruolo stesso del Paese nel nuovo contesto globale. I Paesi del Sud America e l’Argentina “in primis”, che può contare su una popolazione di origine italiana pari a circa il 50% degli argentini, rappresentano una straordinaria opportunità per sperimentare e promuovere un nuovo modello di diffusione della nostra lingua e della nostra cultura”, ha aggiunto.

“Il rapporto con i governi locali e le nuove generazioni sono – per il parlamentare – le due leve strategiche sulle quali puntare, parallelamente allo sforzo che andrà fatto in sede parlamentare per l’approvazione di una legge di riforma della materia in grado di adeguarla alla nuova realtà degli italiani all’estero e ad una intelligente opera di internazionalizzazione del ‘Sistema Italia”.

“Rimane sullo sfondo – secondo Porta – la questione delle risorse, divenuta drammatica a seguito dei tagli operati negli ultimi anni dal Governo di Berlusconi e del centro-destra; una questione che va affrontata con coraggio e serietà, nella convinzione che una riforma del settore dovrà ottimizzare le risorse esistenti e al tempo stesso reperirne di nuove, non soltanto nel bilancio del MAE ma anche grazie alla partecipazione di cittadini e imprese”.

Nel corso del dibattito, Porta ha anche affrontato altre questioni al centro dell’interesse della nostra collettività in Argentina, soffermandosi in particolare sul rendiconto della sua intensa attività parlamentare e nel territorio latino-americano. La seconda giornata di presenza a Buenos Aires è stata dedicata ad incontri con la stampa italiana e con alcuni rappresentanti della comunità italiana.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento