Data odierna 21-11-2017

Adottare “iniziative urgenti” per ottenere “immediata chiarezza sul responsabile del decesso di Domenico Lorusso e sui procedimenti investigativi in corso, anche al fine di ottenere rassicurazioni...

Omicidio Lorusso, Garavini interrogia Emma Bonino

Adottare “iniziative urgenti” per ottenere “immediata chiarezza sul responsabile del decesso di Domenico Lorusso e sui procedimenti investigativi in corso, anche al fine di ottenere rassicurazioni sul fatto che il possibile movente dell’odio razziale venga verificato in modo esauriente dagli investigatori”.

Questa la richiesta contenuta nella interrogazione che Laura Garavini, deputata del Pd eletta in Europa e residente in Germania, ha presentato al Ministro degli esteri, Emma Bonino.

“La sera del 28 maggio 2013 – ricorda Garavini nella premessa – il cittadino di origini italiane, Domenico Lorusso, di 31 anni, residente a Monaco di Baviera è stato ucciso a pugnalate da uno sconosciuto nei pressi di una pista ciclabile della città bavarese; il signor Lorusso si era avvicinato all’assassino, dileguatosi subito dopo il delitto, dopo che questi aveva sputato addosso alla sua compagna; il signor Lorusso e la sua ragazza, secondo quanto riportato dai media tedeschi, non conoscevano l’aggressore”.

“Non è noto – continua Garavini – se, nei momenti precedenti il delitto, il signor Lorusso e la sua compagna abbiano fatto qualcosa (parlato fra di loro, al telefono, con altre persone) che li potesse identificare come italiani o, almeno, come stranieri; l’assassino è tuttora ricercato dalla polizia, nonostante non sia ancora emersa nessuna pista attendibile da seguire onde individuarlo; l’atto di sputare addosso ad una persona denota disprezzo e lascia intuire motivazioni di odio, anche razziale”.

“In generale – argomenta la parlamentare – nella città di Monaco le azioni criminali di appartenenti a movimenti di estrema destra negli ultimi tempi hanno subito un forte incremento, anche in relazione al processo apertosi di recente contro l’organizzazione neonazista NSU; inoltre, da quanto riportato dai media è noto sapere che dall’analisi delle modalità del delitto, pare che l’assassino possa soffrire di disturbi mentali; sembra che le forze inquirenti escludano un possibile movente di origine razzista”.

Alla luce di queste considerazioni, Garavini chiede di sapere “se le notizie riportate corrispondano al vero e quali iniziative urgenti il Ministro interpellato intenda adottare al fine di ottenere immediata chiarezza sul responsabile del decesso di Domenico Lorusso e sui procedimenti investigativi in corso, anche al fine di ottenere rassicurazioni sul fatto che il possibile movente dell’odio razziale venga verificato in modo esauriente dagli investigatori”. (aise)

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento