Data odierna 22-09-2017

Potremmo vedere ancora una volta i pianisti in Parlamento, ovvero i deputati che votano anche per conto di altri colleghi di banco assenti all’appello? È il rischio denunciato da un deputato del...

Oltre 100 deputati non danno le impronte digitali per evitare i “pianisti” in Parlamento

Potremmo vedere ancora una volta i pianisti in Parlamento, ovvero i deputati che votano anche per conto di altri colleghi di banco assenti all’appello? È il rischio denunciato da un deputato del Movimento 5 Stelle, Mirko Busto, eletto nella circoscrizione Piemonte II. Busto scrive su twitter: “104 deputati non hanno dato le minuzie (impronte digitali) per il voto sicuro, per evitare il fenomeno dei pianisti! Chi saranno?”.

L’ipotesi è che si tratti per lo più di deputati PdL: sarebbe infatti il gruppo di centrodestra a non volere l’attuazione della riforma “voto sicuro” varata dall’allora presidente della Camera Gianfranco Fini. Dare le minuzie non è obbligatorio visto che è possibile votare anche con il vecchio sistema elettronico. (Fanpage)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento