Data odierna 24-09-2017

Circa 50 operatori economici italiani del “Forum di dialogo per le imprese italiane attive nel Nordreno-Vestfalia” hanno accettato l’invito dell’Agenzia Governativa NRW.Invest al “Dialog Dinner”...

Nordreno Vestfalia rafforza il dialogo con il mondo economico

Circa 50 operatori economici italiani del “Forum di dialogo per le imprese italiane attive nel Nordreno-Vestfalia” hanno accettato l’invito dell’Agenzia Governativa NRW.Invest al “Dialog Dinner” organizzato oggi, 23 gennaio, presso lo storico “Industrie Club” di Düsseldorf.

Con questa manifestazione il Land Nordreno Vestfalia ha voluto dare rilievo alla sua recente decisione di includere l’Italia nel novero dei “Paesi Obiettivo” (“Ziellaender”), decisione, epilogo di una proficua collaborazione con NRW.Invest, avviata, sin dal 2008, dal Consolato Generale d’Italia in Colonia e che ha portato da un lato alla realizzazione congiunta nel 2009 di una guida pratica alle attività economiche nel Land “Il Nordreno-Vestfalia, centro dell’economia europea” aggiornata anche in formato CD-Rom nel 2010, dall’altro all’istituzione del “Forum di dialogo per le imprese italiane attive nel Nordreno-Vestfalia”, ove queste possono mettere a confronto le proprie esperienze, conoscenze e valutazioni, sviluppando dinamiche gestionali a vantaggio del Sistema Paese.

A Düsseldorf il Ministro del Land per Economia, Energia, Edilizia, Abitazioni e Trasporti, Harry Kurt Voigtsberger ed il Ministro Plenipotenziario dell’Ambasciata d’Italia a Berlino, Giovanni Pugliese, hanno approfondito, assieme al Console Generale d’Italia a Colonia, Eugenio Sgrò, il dialogo con gli operatori economici italiani in NRV, circa le prospettive che il Land offre agli imprenditori. Gli investimenti ammontanti a circa 5,6 miliardi di Euro che le imprese italiane hanno effettuato nel Nordreno Vestfalia collocano l’Italia attualmente all’ottavo posto nella classifica degli investitori stranieri, immediatamente dopo il Giappone. Finora oltre 300 imprese italiane hanno una sede nel NRV, tra le quali il 40% é attivo nel settore del commercio all’ingrosso ed al dettaglio; il 23 % svolge attività nel settore dei servizi ed il 17 % nell’industria.

Nel suo saluto, Wassner ha spiegato che le imprese italiane nel Land sono sia imprese nuove che imprese acquisite che in termini di occupazione offrono circa 20.000 posti di lavoro, ed ha aggiunto: “Dalle nostre analisi del mercato emerge che le imprese italiane stanno rafforzando la loro attività in Germania e nel Land. Anche nel 2011 abbiamo infatti registrato tre nuove imprese italiane nel NRV. La situazione può essere ulteriormente sviluppata ed ecco il motivo per rafforzare ulteriormente la nostra collaborazione con il mondo economico italiano”.

Successivamente, ha preso la parola Giovanni Pugliese che ha partecipato all’evento in rappresentanza dell’Ambasciatore Michele Valensise. Egli ha esordito: “Nel quadro dei rapporti bilaterali tra Italia e Germania il Land Nordreno Vestalia assume una funzione chiave. Con la più alta densità di popolazione e con il più grande contributo al PIL tedesco il NRV é un peso massimo dell’economia tedesca. Non possiamo, infatti, non ammirare i dati che il Land fornisce al quadro completo della Germania. In molti settori esistono ulteriori prospettive di sviluppo per l’economia italiana e sono pertanto convinto che la collaborazione tra i nostri due Paesi si rafforzerà ulteriormente”.

“L’Ufficio Regionale a Colonia della Camera di Commercio italiana per la Germania, aperto nella primavera del 2010 su impulso del Consolato Generale d’Italia a Colonia alla luce dello straordinario tessuto imprenditoriale e produttivo del Nordreno-Vestfalia e dell’interesse di rafforzare ancora di più i legami fra le aziende italiane e quelle del Land, potrà fornire il necessario quadro di riferimento per un sostegno coordinato, sinergico e strutturato alla proiezione esterna del Sistema Italia”, ha commentato il Console Generale Sgrò. (aise)
Share
Shinystat

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento