Data odierna 19-08-2017

Deputata di Scelta Civica eletta iin Nord America, Fucsia Nissoli è intervenuta ieri pomeriggio alla presentazione di “VoceDonna”, rassegna teatrale contro la violenza sulle donne che si è tenuta...

Nissoli: L’arte sia strumento di promozione della dignità della donna

Deputata di Scelta Civica eletta iin Nord America, Fucsia Nissoli è intervenuta ieri pomeriggio alla presentazione di “VoceDonna”, rassegna teatrale contro la violenza sulle donne che si è tenuta alla Camera proprio in occasione del dibattito sulla legge sul femminicidio.

“Dare voce alla donna – ha detto Nissoli nel suo intervento di saluto, durante il quale ha ringraziato i promotori dell’iniziativa per l’impegno civico ed artistico per la tutela della dignità della donna – può sembrare, oggi, un tema ormai raggiunto e assodato anche se c’è molto da fare ancora. D’altra parte – ha continuato – se questo può esserlo nelle nazioni occidentali, gli avvenimenti e le notizie che giungono da altre parti del mondo ci dimostrano come la voce della donna sia spesso non ascoltata o, peggio, messa a tacere. La violenza sulla donna continua ancora oggi a essere perpetuata, quando non fisicamente, psicologicamente”.

“Ritengo della massima importanza – ha aggiunto la deputata eletta in Nord e Centro America – la quotidiana testimonianza del fondamentale ruolo sociale della donna e il compiere azioni dirette a porre l’attenzione sull’impegno femminile nel progresso culturale e politico”.

Per Nissoli “il confronto diretto con italiane protagoniste della nostra storia recente, donne che portavano dentro di se quel profondo sentimento dell’affermazione del proprio essere pubblico pur conservando il proprio essere femminile, è quanto mai attuale per l’Italia, Paese ancora fortemente sbilanciato sul tema della parità di genere”.

Alla fine del suo intervento, Nissoli ha espresso il suo apprezzamento per il progetto “Voce Donna” sottolineando “il valore aggiunto della riscoperta di questi personaggi e della capacità di renderli noti al grande pubblico attraverso lo strumento della parola e dell’arte scenica e con il coinvolgimento di donne che hanno lottato e sono riuscite a emergere in una carriera difficile come è quella teatrale, che mette così in mostra e a disposizione degli altri i propri sentimenti e le emozioni più profonde”. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento