Data odierna 11-12-2017

Per il deputato del Pd eletto in Europa Gianni Farina questo è un periodo dedicato agli incontri pubblici su temi politici “di non stringente attualità”. Il parlamentare è infatti in...

Per il deputato del Pd eletto in Europa Gianni Farina questo è un periodo dedicato agli incontri pubblici su temi politici “di non stringente attualità”. Il parlamentare è infatti in questi giorni protagonista di un tour elvetico al termine del quale avrà toccato le tre aree linguistiche. Il primo si è svolto sabato 24 aprile a Neuchâtel (Svizzera Francese), dove in un’iniziativa pubblica promossa dal Circoli locali del Pd e del Pss ha parlato di Europa insieme al deputato del Partito socialista svizzero e suo collega al Consiglio d’Europa, Andreas Gross, e al Parlamentare europeo Antonio Panzeri.
L’On. Farina, nel citare le figure dei padri fondatori dell’Europa, ha sottolineato “il ruolo fondamentale dei socialisti in Europa nella battaglia contro la propaganda razzista e xenofoba che imperversa in alcuni paesi dell’Ue”. Altro tema importante che ha sollevato nel suo intervento, e sul quale i socialisti del Consiglio d’Europa e dell’Ue danno un contributo di primo piano, è quello dell’ecologia. Con il richiamo ai valori della libertà, dell’uguaglianza e della fraternità, ha concluso l’intervento ricordando i 65 anni della ritrovata libertà in Italia e in Europa.
E proprio la lotta dei Partigiani in Italia e in Europa è stato l’argomento che ha affrontato nella cerimonia della Festa di Liberazione promossa a Zurigo dal Comitato “25 Aprile” insieme al Comites e al Consolato Generale d’Italia. In questa occasione Farina ha valorizzato il significato della “battaglia per la democrazia e per la libertà” condotta in quegli anni bui dagli emigrati italiani antifascisti, in tanti Paesi europei, tra i quali la Francia.
“Sulle lapidi dei monumenti posti in tante piazze delle cittadine della Lorena troviamo scolpiti tanti nomi italiani”, ha ricordato con commozione il parlamentare del Pd. “A Parigi memorabile resta”, ha sottolineato Farina, “la figura del leggendario Darno Maffini – insignito con la Legione d’Onore in Francia e l’Ordine al Merito della Repubblica in Italia – che ha liberato, insieme ad un battaglione di 72 garibaldini, la piazza della République a Parigi nel 1944″.
L’ultimo impegno per l’On. Gianni Farina di questa tornata primaverile, sarà in Ticino (Arbedo), alla manifestazione ufficiale del Primo Maggio, dove parlerà di diritti e lavoro, insieme al Ministro del Canton Grigioni, il socialista Claudio Lardi.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento