Data odierna 22-09-2017

Venerdì 30 settembre a Grenchen, una delle “capitali” svizzere dell’orologeria, si apriranno i festeggiamenti per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia, festeggiamenti...

Narducci (Pd) a Genova: le nuove trasversali alpine avvicinano la Liguria alla Svizzera

Venerdì 30 settembre a Grenchen, una delle “capitali” svizzere dell’orologeria, si apriranno i festeggiamenti per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia, festeggiamenti che le autorità della città elvetica e i 4 Comites che hanno promosso l’iniziativa, dedicheranno a Giuseppe Mazzini, il grande genovese che a Grenchen visse durante il suo esilio in Europa.

Una permanenza, quella di Mazzini, che é rimasta profondamente scolpita nella storia della città. Lo ha ricordato ieri sera a Genova l’on. Franco Narducci (PD), dove, assieme al sen. Claudio Micheloni, ha partecipato ad un convegno organizzato dalla Camera di Commercio Italiana per la Svizzera (CCIS) e dal Comune di Genova per promuovere il turismo dalla Svizzera verso la Liguria, svoltosi nello splendido palazzo comunale.

Genova e la Liguria hanno avuto sempre uno straordinario rapporto economico e commerciale con la Svizzera, un rapporto destinato a consolidarsi ulteriormente con la realizzazione delle nuove trasversali alpine che, come noto, rappresentano la parte più complessa e impegnativa del corridoio 24, l’asse ferroviario che unirà Amsterdam con Genova attraversando le Alpi.

La Svizzera è impegnata nella “costruzione del secolo” ha ricordato Narducci, con la galleria del San Gottardo, la più lunga al mondo, che misurerà ben 57 chilometri. Un progetto che nasce anche da una forte esigenza ambientale: il traffico merci transalpino cresce continuamente e raddoppia ogni 8 anni, con gravi problemi per la sostenibilità e la vivibilità del territorio.

Narducci ha ricordato che le nuove trasversali alpine aprono grandi scenari per la Liguria, costituendo Genova lo sbocco marino più adeguato per la Svizzera e per le sue merci. Si realizza infatti il collegamento alla rete ferroviaria europea di alta velocità, rendendo molto attrattiva la ferrovia per il traffico passeggeri e merci. A lavori ultimati, da Zurigo si potrà raggiungere Milano in 2 ore e 40 minuti.

“Si deve considerare – ha sottolineato Narducci – che il bacino di utenza della nuova trasversale si stima in 30 milioni di passeggeri, riguardanti regioni come il Baden-Würtemberg, la Lombardia, il Voralberg e l’Alsazia. Ma per affrontare le sfide del futuro e cogliere le opportunità – ha rimarcato Narducci – occorre creare le precondizioni, e questo é il ruolo della politica e delle istituzioni: occorrono alleanze e relazioni”.

La Liguria con la sua collaudata portualità turistica – un punto di forza della Regione – può mantenere e rilanciare l’intensità dei rapporti con la Svizzera, che tra l’altro con i suoi investimenti ha creato in Italia 80 mila posti di lavoro. “Abbiamo davanti una grande opportunità, quella dell’Expo 2015, che sarà una vetrina importantissima per il sistema economico italiano e che – ha concluso Narducci – interessa davvero moltissimo anche la Svizzera, cogliamola”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento