Data odierna 23-09-2017

“Il ruolo strategico della ricerca e della formazione per lo sviluppo futuro dell’Italia e, per uno sviluppo coerente con il patrimonio di civiltà che esse rappresentano e capace di reggere...

“Il ruolo strategico della ricerca e della formazione per lo sviluppo futuro dell’Italia e, per uno sviluppo coerente con il patrimonio di civiltà che esse rappresentano e capace di reggere alle sfide di un mondo in via di radicale mutamento, non può essere a lungo negato e contraddetto”. Lo ha affermato oggi il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a Pisa, nel corso del suo intervento alla cerimonia di celebrazione del bicentenario di fondazione della Scuola Normale Superiore.

“La consapevolezza di quel ruolo – ha proseguito Napolitano – non è separabile dalla più ampia disponibilità e partecipazione al cambiamento necessario cui non possono contrapporsi né interessi particolari né vecchi schemi e tabù”.

“Il riconoscimento della priorità e della valenza strategica della ricerca e della formazione – ha aggiunto il capo dello Stato – deve riflettersi sia nella scala delle elaborazioni e delle scelte di riforma, sia nella scala degli investimenti di risorse pubbliche”.

Rivolgendosi agli allievi, Napolitano ha sottolineato che “nessuno può fingere di ignorare le difficili condizioni in cui versa il sistema”. “Per quel che mi riguarda – ha aggiunto – senza interferire nelle discussione e nelle decisioni che hanno luogo in sede di governo e parlamentari, sento di dover raffermare, e non cesserò di farlo, il rilievo prioritario che va attribuito, non solo a parole ma nei fatti, alla ricerca e all’alta formazione e dunque all’università”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento