Data odierna 18-11-2017

Nel quadro delle recenti direttive del Governo volte a garantire la massima sobrietà in occasione delle ricorrenze delle Forze Armate, Corpi Armati e Corpi non Armati dello Stato e a finalizzare le risorse...

Napolitano nel 239° della Guardia di Finanza, fermo e affidabile punto di riferimento per la collettività nazionale

Nel quadro delle recenti direttive del Governo volte a garantire la massima sobrietà in occasione delle ricorrenze delle Forze Armate, Corpi Armati e Corpi non Armati dello Stato e a finalizzare le risorse disponibili all’assolvimento dei compiti primari, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha celebrato il 239° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza ricevendo al Quirinale il comandante generale della Guardia di Finanza, Saverio Capolupo, accompagnato da una rappresentanza di allievi degli istituti di formazione.

Nell’occasione, Napolitano ha inviato un messaggio nel quale rivolge il suo “deferente pensiero ai finanzieri caduti nell’adempimento del dovere e saluto la bandiera del Corpo, simbolo di abnegazione e amor patrio. Istituzione di nobili e antiche tradizioni”, ha ricordato il capo dello Stato, “la Guardia di Finanza ha rappresentato nel tempo fermo ed affidabile punto di riferimento per la collettività nazionale ed essenziale presidio a difesa della legalità”.

“Il Corpo, che ha saputo via via rinnovarsi e si avvale oggi delle più moderne tecnologie operative, svolge un ruolo di fondamentale importanza ai fini del funzionamento e della sicurezza del sistema sociale e produttivo del Paese”, ha proseguito Napolitano, “concorrendo direttamente e indirettamente al suo sviluppo attraverso il contrasto di molteplici e differenziate forme di reato: dalle frodi all’evasione fiscale, dal riciclaggio di denaro ai traffici illeciti, dall’immigrazione clandestina alla criminalità organizzata, dalla corruzione all’uso indebito di risorse pubbliche. Con il suo impegno a fianco delle Forze Armate nel contesto delle missioni di stabilizzazione e di gestione delle crisi, la Guardia di Finanza garantisce un significativo contributo all’azione della comunità internazionale”.

“Gli elevati livelli operativi mantenuti dal Corpo ed i brillanti risultati da esso conseguiti sono”, per il presidente Napolitano, “le prove più evidenti della professionalità con cui i finanzieri conducono la loro quotidiana azione nel comune interesse nazionale”.

“In questa giornata di festa, con il più alto apprezzamento per la straordinaria opera prestata”, ha dunque concluso il presidente della Repubblica, “giungano a tutto il personale militare e civile della Guardia di Finanza e alle loro famiglie il mio caloroso saluto e gli auguri più fervidi. Viva la Guardia di Finanza! Viva l’Italia!”. (aise)

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento