Data odierna 20-11-2017

Al 70esimo anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine si fa sempre lo slalom per non dire il perchè di tale eccidio, per non dire che i “galantuomini” agli ordini di Bentivegna,...

Napolitano e le Fosse Ardeatine – di Leonardo Cecca

Al 70esimo anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine si fa sempre lo slalom per non dire il perchè di tale eccidio, per non dire che i “galantuomini” agli ordini di Bentivegna, in abiti civili, fecero un attentato alle truppe tedesche e che “gli eroi” non ebbero il senso civico di consegnarsi ai tedeschi che avevano tappezzato Roma di manifesti nei quali annunciavano, in caso di mancata consegna degli attentatori, un rastrellamento. Invece di dire a chiare lettere la verità sull’accaduto si volteggia su altri temi per nascondere fatti di cui ci si deve solo vergognare.

In sintesi si è voluta costruire la nostra repubblica su falsità che vengono ripetute ad ogni occasione. Napolitano che non ha mai brillato per terzietà e per dire la verità ha sorvolato su questo motivo dell’eccidio ed ha preferito virare sull’unità europea, forse memore dei benefici che ne ha ricevuto da eurodeputato, nel giorno della commemorazione dell’eccidio infatti così si è espresso: “Oggi più che mai occorre ricordare a tutti quello che abbiamo vissuto in Italia e in Europa. Non si può giocare con queste posizioni che tendono a screditare il nostro patrimonio di lotta per la libertà”. Ecco, esimio Presidente, non si può giocare con la verità, giocarci e non dirle è solo vergognoso.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento