Data odierna 20-09-2017

“Investire su giovani e donne non è solo un obbligo morale, ma anche un’opportunità economica”. Lo sostengono Guglielmo Vaccaro e Alessia Mosca, deputati PD, su www.associazione360.it,...

Mosca e Vaccaro (PD): sulla fuga dei talenti è il momento di invertire la rotta

“Investire su giovani e donne non è solo un obbligo morale, ma anche un’opportunità economica”. Lo sostengono Guglielmo Vaccaro e Alessia Mosca, deputati PD, su www.associazione360.it, il sito di TrecentoSessanta, l’Associazione di Enrico Letta.

“Lo studio elaborato dall’Istituto per la Competitività è molto chiaro – dice Guglielmo Vaccaro – i 50 migliori ricercatori italiani all’estero depositano 243 brevetti per un valore di un miliardo di euro all’anno, che in una prospettiva ventennale diventano quasi tre. Un miliardo di euro che l’Italia perde perché per anni ha sottovalutato una delle risorse più grandi: i giovani ricercatori. In un decennio i fondi destinati alla ricerca sono rimasti invariati e si aggirano intorno all’1,1% del PIL. L’assenza di un’organizzazione centrale che si occupi di monitorare i finanziamenti già scarsi penalizza ulteriormente il principio del merito e contribuisce alla dispersione delle risorse”.

“Inoltre – aggiunge Alessia Mosca – mentre il nostro Paese continua a lasciare le donne all’angolo, all’estero il 65% dei brevetti registrati sono stati progettati da team composti anche da ricercatrici. Un patrimonio che vale 503 milioni di euro, valore destinato a salire vertiginosamente”.

“Il governo Monti – continua Mosca – nel mettere in campo una serie di azioni di rigore e interventi per la crescita dovrà tenere conto di queste cifre. C’è un bacino enorme di risorse non utilizzate o sottoutilizzate che potrebbero ridare slancio senza troppi sforzi a una economia che langue”.

“Come per Controesodo, la legge per il rientro dei talenti in Italia – concludono – stiamo lavorando a proposte volte alla valorizzazione del merito e alla crescita del Paese attraverso il patrimonio costituito dai nostri giovani. Il Parlamento è pronto a fare la sua parte. Siamo fiduciosi che il governo possa sostenere e potenziare questo nostro impegno”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento