Data odierna 22-09-2017

Venerdì prossimo, 16 settembre, dalle 10, nella Sala Cavour di Palazzo Madama, si terrà un incontro, promosso dalla Commissione Affari esteri del Senato, tra le delegazioni del Parlamento italiano e...

Micheloni e Narducci (Pd) all’incontro tra le delegazioni di Italia e Svizzera venerdì a palazzo madama

Venerdì prossimo, 16 settembre, dalle 10, nella Sala Cavour di Palazzo Madama, si terrà un incontro, promosso dalla Commissione Affari esteri del Senato, tra le delegazioni del Parlamento italiano e del Consiglio degli Stati della Confederazione elvetica, dei rispettivi ambasciatori e dei rappresentanti del mondo bancario e delle Camere di Commercio.

Al centro dei lavori le questioni legate al negoziato sulle tematiche fiscali a tutela del lavoro transfrontaliero e contro le doppie imposizioni, alle regole necessarie per garantire la trasparenza bancaria.

L’incontro sarà presieduto dal presidente della Commissione Affari esteri del Senato, Lamberto Dini. Ai lavori prenderanno parte, in rappresentanza del Parlamento italiano, Franco Narducci, vice presidente della Commissione Affari esteri della Camera, Claudio Micheloni, segretario della Commissione Affari esteri del Senato – entrambi eletti all’estero nel Pd e residenti in Svizzera – e Mario Baldassarri, presidente della Commissione Finanze del Senato.

Il Parlamento svizzero sarà rappresentato da Dick Marty, presidente della Commissione dell’Economia e Tributi. Oltre agli ambasciatori dei due Paesi si confronteranno, per il settore bancario, i rappresentanti dell’Abi, Banca d’Italia, Associazione banche svizzere e, per l’ambito commerciale, i vertici delle Camere di Commercio interessate.

L’incontro, ha aspicato il presidente Dini nella seduta di ieri, “costituirà l’occasione per sollecitare la ripresa di un negoziato bilaterale sulle controversie fiscali pendenti e sul tema del segreto bancario, secondo l’esempio fornito dalle intese raggiunte con la Svizzera da parte del Regno Unito e della Germania. L’interesse dell’Italia è anche nel senso del recupero della tassazione delle rendite di capitale prodotte da depositi detenuti presso istituti elvetici. Al termine di questa riunione valuteremo le iniziative concrete da sottoporre all’attenzione dell’Esecutivo”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento