Data odierna 22-09-2017

“Il PDL sta palesemente violando l’etica pubblica e le leggi elettorali usando le istituzioni pubbliche italiane a fini elettorali e di parte”. È quanto sostiene Eugenio Marino, Responsabile nazionale...

Marino: PDL usa le istituzioni per fare campagna elettorale, intervengano Sindaco e Prefetto

“Il PDL sta palesemente violando l’etica pubblica e le leggi elettorali usando le istituzioni pubbliche italiane a fini elettorali e di parte”.
È quanto sostiene Eugenio Marino, Responsabile nazionale per gli italiani nel mondo del PD a proposito del moltiplicarsi dei casi di abuso del ruolo istituzionali di esponenti del PDL che invitano a votare per il partito di Berlusconi nella Circoscrizione estero.
“Nelle scorse settimane – continua Marino – il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha usato il proprio ruolo istituzionale per invitare le associazioni molisane all’estero a sostenere i candidati del PDL in Nord America, Berardi e Giordano”.
“In questi giorni – prosegue l’esponente democratico – abbiamo ricevuto le lettere inviate da Marco Siclari, delegato del Sindaco di Roma per i rapporti istituzionali e territoriali con l’Università e Vice Presidente della commissione bilancio che, su carta intestata del Comune di Roma, invita i romani nel Nord America a votare sempre per il PDL e per i soliti Berardi e Giordano”.
“È chiaro – prosegue il dirigente del PD – che vi è una campagna organizzata e tendente ad abusare dei ruoli istituzionali ricoperti da esponenti del PDL per confondere gli elettori e convincerli a votare per il Popolo delle libertà e che coinvolge i due parlamentari in carica Berardi e Giordano”.
“A questo proposito – aggiunge Marino – ho scritto oggi stesso al Sindaco e al Prefetto di Roma, Gianni Alemanno e Gianni Pecoraro, per chiedere di intervenire e sanzionare il dott. Siclari, anche a difesa dell’Istituzione che esso rappresenta e che non può essere ridotta a scranno dal quale fare campagna elettorale distorta per alcuni candidati amici”.
“Ho chiesto anche di verificare – conclude Marino – chi ha sostenuto le spese di spedizione delle lettere in questione e spero che il Sindaco e il Prefetto facciano presto luce su questa vicenda”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento