Data odierna 22-10-2017

Il nostro voto in Commissione è stato coerente con le posizioni più volte espresse. Abbiamo presentato emendamenti soppressivi dell’art. 2 del decreto 63/2010 che proroga gli attuali...

Il nostro voto in Commissione è stato coerente con le posizioni più volte espresse. Abbiamo presentato emendamenti soppressivi dell’art. 2 del decreto 63/2010 che proroga gli attuali organismi di rappresentanza. La maggioranza ha votato a favore del mantenimento senza modifiche della proroga – ad esclusione dell’On. Angeli che ha votato un suo emendamento che chiedeva la soppressione dell’art. 2 – ha spiegato Marco Fedi, deputato del Pd eletto nella ripartizione dll’Africa-Asia-Oceania e Antartide,  dopo la votazione degli emendamenti in Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati.

Abbiamo rilevato – ha continuato Fedi – le contraddizioni politiche di un Governo che proroga la rappresentanza democratica degli italiani all’estero sulla base di una proposta di riforma degli stessi che non è condivisa, che vede forti ostacoli al Senato – anche di bilancio – e che avrá un lungo e faticoso iter parlamentare. Non certo per responsabilitá parlamentari ma per la contrapposizione – che appare sempre più evidente – tra Governo, Parlamento e capacitá di gestione delle coperture finanziarie.

Siamo pronti a discutere di riforme ma senza forzature e, soprattutto, garantendo la continuazione della vita democratica delle nostre collettivitá. L’azione del Governo, le incertezze interne alla maggioranza e le contraddizioni politiche che le contraddistinguono – ha concluso Fedi -, lasciano presagire ulteriori difficoltá sul cammino delle riforme per gli italiani nel mondo.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento