Data odierna 23-10-2017

“Di fronte all’ennesimo tentativo da parte di una certa politica italiana di eliminare la circoscrizione estero e di pensare anche all’abolizione dei parlamentari eletti dagli italiani...

Mandarano (MDL): difenderemo il voto contro tutto e tutti

“Di fronte all’ennesimo tentativo da parte di una certa politica italiana di eliminare la circoscrizione estero e di pensare anche all’abolizione dei parlamentari eletti dagli italiani nel mondo, il Movimento delle Libertà ha inviato a tutti i propri iscritti e simpatizzanti l’invito a farsi sentire e a chiedere con forza a governo e Parlamento di evitare di diffondere ulteriore confusione e rabbia presso le comunità italiane oltre confine”.

Così Fausto Mandarano, Vicepresidente del Movimento delle Libertà, sull’allarme lanciato ieri dal responsabile italiani nel mondo del Pd, Eugenio Marino, che ha riferito dell’annuncio che il Consiglio dei ministri vuole trasmettere d’urgenza alle Camere il testo di riforma costituzionale approvato il 18 luglio e che prevede la soppressione della Circoscrizione estero.

“Non abbiamo alcun problema ad ammettere – prosegue Mandarano – che non tutto è perfetto per ciò che riguarda la legge sul voto all’estero e il meccanismo elettorale con cui votano gli italiani nel mondo; allo stesso modo, capiamo anche che alcuni eletti all’estero non abbiano saputo svolgere il proprio ruolo politico e legislativo nel modo migliore, e che alcuni episodi di cronaca legati al mondo degli italiani all’estero siano difficili da dimenticare”.

“Tuttavia, – aggiunge – non possiamo pensare di tornare indietro. La circoscrizione estero appartiene agli italiani nel mondo, e crediamo sia giusto che a rappresentare i connazionali siano italiani residenti all’estero, persone che non solo conoscono da vicino le realtà dei connazionali e del territorio di appartenenza, ma che hanno vissuto sulla propria pelle le stesse difficoltà di coloro che li hanno votati e inviati a Roma. Eletti all’estero che, ne siamo convinti, nonostante appunto qualche mela marcia, rappresentano un anello di congiunzione di fondamentale importanza fra l’Italia e il resto nel mondo, fra il Bel Paese e i connazionali residenti nei cinque continenti”.

“Spiace – aggiunge Mandarano – non aver sentito, in questi giorni difficili per gli italiani nel mondo, reazioni da parte degli eletti all’estero che fanno parte della maggioranza di governo. Gli italiani nel mondo si chiedono: ma dove sono i parlamentari che abbiamo eletto quando c’è davvero bisogno di sentire la loro voce? Il Movimento delle Libertà – conclude Mandarano – continuerà a seguire con estrema attenzione ciò che accadrà, pronto a fare la sua parte per difendere a spada tratta il voto all’estero, certamente una conquista che non può e non deve essere cancellata, ma caso mai rivista e migliorata”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento