Data odierna 22-10-2017

“Si è visto e toccato con mano quanto sia stato capace di fare il Cavaliere per gli italiani all’estero. La sua riluttanza alla legge di Tremaglia è stata sempre esplicita: infatti famoso...

“Si è visto e toccato con mano quanto sia stato capace di fare il Cavaliere per gli italiani all’estero. La sua riluttanza alla legge di Tremaglia è stata sempre esplicita: infatti famoso fu uno scontro in Transatlantico tra i due dove Berlusconi si espresse così: “Il fatto che questa gente paghi le tasse all’estero è significativo ed allora non dovrebbero aspirare di votare qui”". È quanto sostiene oggi l’onorevole Antonio Razzi, responsabile per gli italiani nel mondo dell’Italia dei Valori, secondo cui “continuare con lui”, cioè con Berlusconi, “significa una cosa sola: essere caduti nella trappola delle lusinghe e delle demagogie populiste” perché “a lui degli italiani all’estero non importa un fico secco, alla stessa stregua di quanto non gli importi di quelli residenti in Italia”.
Rivolgendosi direttamente agli italiani nel mondo, Razzi li ha esortati così: “venite nell’Italia dei Valori e non ve ne pentirete, ma soprattutto analizzate attentamente quali siano i Valori cui facciamo riferimento: onestà, abnegazione, rispetto delle istituzioni, etica, morale, giustizia uguale per tutti, informazione libera, trasparenza e tanti altri. In un Paese civile il mio rifiuto di tradire il partito e la mia gente, quella che mi ha eletto, non avrebbe dovuto suscitare tanta meraviglia ed interesse perché questo atteggiamento, in un paese che pretende di definirsi civile, deve essere la regola non l’eccezione”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento