Data odierna 20-09-2017

IL MAIE INVESTE SULLA FORMAZIONE DEI GIOVANI ITALIANI NEL MONDO  Si è conclusa da poche ore la parte italiana del Progetto Atis, un progetto di formazione imprenditoriale nel settore vitivinicolo,...

IL MAIE INVESTE SULLA FORMAZIONE DEI GIOVANI ITALIANI NEL MONDO  Si è conclusa da poche ore la parte italiana del Progetto Atis, un progetto di formazione imprenditoriale nel settore vitivinicolo, agrituristico e del turismo rurale, fortemente voluto dalla Provincia di Treviso, che ha avuto come sponsor il deputato Ricardo Merlo, presidente del Maie. Nell’ambito delle molteplici iniziative organizzate per la parte italiana del progetto – la prima parte, che coinvolgeva gli studenti italiani ospitati in aziende di turismo rurale in Argentina, si è svolta alcune settimane fa nella provincia di Mendoza – Merlo ha accompagnato la delegazione di imprenditori argentini nella loro trasferta veneta, partecipando ad una serata conviviale offerta dalla famiglia Boret Gatto, titolare dell’Azienda Agrituristica produttrice del famoso prosecco Cartizze, e ad una visita istituzionale nella sede della Regione.
Nella prima occasione, il deputato eletto in Sud America ha ringraziato personalmente i professori dell’Istituto Cerletti di Conegliano e scambiato alcune impressioni con i giovani imprenditori veneti che si sono detti tutti entusiasti dell’esperienza fatta in Sud America: Alex Gatto, in particolare, ha commentato: “non avrei mai immaginato di incontrare un pezzo di Italia e di Veneto dall’altra parte dell’Oceano. Il progetto ATIS mi ha fatto scoprire quest’enorme opportunità”.
Il giorno seguente, Merlo è stato ricevuto dall’Assessore al Bilancio della Regione Veneto, Roberto Ciambetti, che ha portato il saluto del neo eletto Governatore Luca Zaia, nelle stesse ore impegnato a Roma per il passaggio di consegne al suo successore al Ministero delle politiche agricole Galan.
All’incontro, oltre che il direttore delle Relazioni internazionali Vecchiato, erano presenti gli assessori della Provincia di Treviso, Conte e Zanette, ideatori del Progetto ATIS, il coordinatore del progetto Milani e la dirigente dell’Istituto Cerletti, Damiana Tervilli, cui Merlo ha espresso le congratulazioni per l’eccellenza raggiunta nel campo della formazione da parte della storica Scuola Enologica di Conegliano.
L’assessore Ciambetti ha espresso soddisfazione per la realizzazione di questo progetto che, ha assicurato, “intendiamo sicuramente portare avanti”. L’assessore ha quindi parlato delle “grandi potenzialità che nascono dai rapporti, dalle relazioni, che possiamo e dobbiamo approfondire”. A questo proposito Merlo ha confermato che il Maie “favorirà sempre tutte le iniziative nel campo della formazione dei giovani italiani residenti all’estero. Per far ciò stiamo già lavorando con le istituzioni italiane e con quelle di tutti i paesi sudamericani in cui ci sono giovani italiani che intendono approfondire ed integrare le proprie conoscenze culturali e professionali con un’esperienza italiana. Il MAIE – ha concluso – darà sempre priorità a progetti che puntano al futuro delle nuove generazioni di italiani nel mondo. Parlerò a breve con l’Associazione Trevisani nel mondo per coinvolgerla al più presto in questo progetto”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento