Data odierna 20-09-2017

“Molto interessante, fattivo e concreto”. Così il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha definito l’incontro di oggi con il primo ministro della Lettonia, Valdis Dombrovskis, ricevuto...

Letta riceve il primo ministro Lettone Dombrovskis: Sbagliato l’euroscetticismo

“Molto interessante, fattivo e concreto”. Così il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha definito l’incontro di oggi con il primo ministro della Lettonia, Valdis Dombrovskis, ricevuto questa mattina a Palazzo Chigi, prima tappa istituzionale dopo l’ingresso della Lettonia nell’Ue e nella zona euro.

Una dimostrazione, questa, per Letta che “l’Europa e l’euro sono una storia di successo attrattivo” e che “l’euroscetticismo” di questi ultimi anni è stato “sbagliato”.

In vista della presidenza italiana dell’Ue nel secondo semestre del 2014 e di quella lettone nel primo semestre del 2015, “il lavoro che faremo insieme sarà molto importante”, ha detto Letta aprendo la conferenza stampa congiunta al termine del colloquio. Letta ha annunciato che in autunno ci sarà un nuovo incontro bilaterale “per fissare insieme le priorità dei due semestri”, che diventeranno così “un tutt’uno”, dando vita a risultati “più efficaci”. Un’alleanza, quella emersa oggi, che i due Paesi hanno ulteriormente sancito assicurando la Lettonia la propria presenza all’Expo 2015 di Milano e l’Italia la sua partecipazione all’anno che vedrà Riga capitale europea della cultura nel 2014. Due anni, insomma, quelli a venire “pieni di possibilità” per rafforzare un legame già esistente e forte.

Le vicende legate all’Unione europea sono state, ovviamente, al centro dei colloqui tra Letta e Dombrovskis, a partire, ha spiegato il presidente del Consiglio italiano, da Unione bancaria e lotta alla disoccupazione giovanile, ma si è discusso anche dei prossimi “passi istituzionali” dell’Ue, che sarà tra i temi su cui le due presidenze italiana e lettone lavoreranno più a fondo. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento