Data odierna 25-09-2017

Hanno parlato dello sviluppo del federalismo in Italia, ma anche dell’immagine della Toscana nel mondo e della sua economia: quella che è oggi e quella che potrebbe diventare domani. Il...

Hanno parlato dello sviluppo del federalismo in Italia, ma anche dell’immagine della Toscana nel mondo e della sua economia: quella che è oggi e quella che potrebbe diventare domani. Il ticinese Bernardino Regazzoni, ambasciatore svizzero in Italia da sette mesi, è stato ricevuto stamani a a Firenze a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione, dall’assessore al bilancio, alle finanze e al rapporto con gli enti locali on. Riccardo Nencini. Per il diplomatico svizzero quella di oggi è stata la prima visita ufficiale in una Regione d’Italia.

“C’è un progetto di federalismo fiscale – ha sottolineato l’assessore Nencini – , ma la sostanza del federalismo che deve essere costruito in Italia appare molto incerta se stiamo ai numeri e ai tagli della manovra del governo di questi giorni. Non lo dico solo io, ma anche presidenti di Reg ioni di centro-destra”. “Senza inoltre una seria riforma istituzionale – ha aggiunto – sará difficile mettere gambe al federalismo fiscale. Sarebbe un matrimonio traballante”.

Quanto alla Toscana, Nencini ha sottolineato come nel mondo “la sua immagine viva soprattutto del suo passato, ma non del suo presente”. Spesso si cade anche nell’equivoco di una regione che con 45 milioni di visitatori l’anno possa vivere di turismo, quando invece il peso del turismo sul Pil regionale non supera il 7 per cento. E sullo sviluppo di un nuovo manufatturiero, un terzario avanzato, ricerca, creativitá e un turismo di qualitá la Regione, ha ricordato Nencini, nei prossimi cinque anni vuole investire. All’ambasciatore della Svizzera l’assessore ha consegnato in dono una riproduzione del compasso di Galileo Galilei.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento