Data odierna 23-09-2017

Cinquantesima edizione della Festa dell’Emigrante, ieri, 27 giugno, a Favale di Malvaro, in Val Fontanabuona, promossa dal Comune con il sostegno della Consulta regionale dell’emigrazione...

Guarda le immagini LA LIGURIA CELEBRA LA FESTA DELL’EMIGRANTE A FAVALE DI MALVARO

Cinquantesima edizione della Festa dell’Emigrante, ieri, 27 giugno, a Favale di Malvaro, in Val Fontanabuona, promossa dal Comune con il sostegno della Consulta regionale dell’emigrazione e l’Associazione dei Liguri nel Mondo.
La festa è stata presentata in Liguria dal presidente Claudio Burlando, con gli assessori Enrico Vesco e Giovanni Boitano, quest’ultimo sindaco di Favale di Malvaro fino a poche settimane fa, e dal vicesindaco Crino Ubaldo.
Un appuntamento tradizionale che riunisce tanti liguri emigrati all’estero e le loro famiglie con una prevalenza di “fontanini” e di Favale di Malvaro.
L’idea di festeggiare gli emigrati venne, nel 1960, all’allora giovanissimo sindaco di Favale di Malvaro Dario Casassa.
Sempre più numerosa la comunitá estera che viene a manifestare nella piazza di Favale la propria storia di emigranti nel mai cancellato ricordo del comune di origine.
Il programma ha previsto anche a Favale di Malvaro l’ottava edizione del premio “Radici”, assegnato a un emigrato ligure che si è particolarmente distinto in campo economico-sociale o culturale per aver tenuto vivo il collegamento con la propria terra d’origine.
Quest’anno il premio è stato consegnato al cav. Emilio Balestrero, che vive in Svizzera e che ha lavorato per decenni in favore della comunitá italiana e ligure.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento