Data odierna 18-11-2017

LA PROTESTA DELLA UIL SCUOLA ESTERO. Venerdí scorso, 18 giugno, l’Amministrazione del Ministero degli Esteri ha consegnato alle organizzazioni sindacali due decreti ministeriali: il primo...

LA PROTESTA DELLA UIL SCUOLA ESTERO. Venerdí scorso, 18 giugno, l’Amministrazione del Ministero degli Esteri ha consegnato alle organizzazioni sindacali due decreti ministeriali: il primo contiene le disposizioni per sospendere le procedure di mobilitá all’estero per il prossimo anno scolastico; il secondo – emanato dalla DGPCC – rinvia le procedure di selezione linguistica per la destinazione all’estero dei docenti e si conferma la validitá delle attuali graduatorie fino al 31 agosto 2012. Il Ministero ha quindi preannunciato ai sindacati l’imminente presentazione da parte del Governo di un provvedimento legislativo sulla materia, che sará sottoposto all’approvazione del Parlamento nelle prossime settimane. A darne notizia è il sindacato Uil Scuola Estero che, nel prendere atto delle decisioni assunte dal Mae, ribadisce, in una nota, il proprio “totale dissenso” perché “i contenuti dei due decreti intervengono su vigenti norme del CCNL scuola e in particolare, l’art. 108 che disciplina la mobilitá all’estero e gli artt. 114 e successivi che stabiliscono l’aggiornamento triennale delle graduatorie e la contestuale indizione delle prove linguistiche. Anche per ció che concerne il rinvio, per decreto, delle selezioni linguistiche e dell’aggiornamento delle graduatorie al 2012 – denuncia il sindacato – si assiste all’ennesima violazione delle norme contrattuali da parte del MAE. Per quanto riguarda l’avvio delle procedure di nomina per l’anno scolastico 2010/11, la Uil scuola denuncia li forte rischio che non siano garantito nelle scuole italiane all’estero il regolare inizio delle lezioni, con gravissime conseguenze per l’utenza scolastica italiana nel mondo”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento