Data odierna 24-09-2017

Il Bilancio sociale è “innanzitutto un fatto interno e guai se si pensasse allo stesso come un avvenimento esterno per dimostrare come siamo bravi e per farcelo dire dai rappresentanti di Enti...

Il Bilancio sociale è “innanzitutto un fatto interno e guai se si pensasse allo stesso come un avvenimento esterno per dimostrare come siamo bravi e per farcelo dire dai rappresentanti di Enti previdenziali, Istituzioni e il mondo Accademico”. È il monito lanciato da vicepresidente dell’Ital Uil, Alberto Sera, nel presentare il Bilancio sociale del 2010 del patronato.

“L’Ital sarà attore di un percorso virtuoso”, ha sostenuto prendendo la parola Giovanna Gavana dell’Università dell’Insubria, “una scelta di trasparenza che Ital adotterà in quest’anno di lavoro che lo vedrà impegnato nella stesura del Bilancio Sociale per il 2011. Un progetto – ha proseguito Gavana – che seguirà linee guida autorevoli, riconosciute, un modello proposto e condiviso con Ital che seguirà le linee guida dell’Agenzia per il terzo settore”.

“L’Ital si impegna ad accettare e abbracciare un modello teorico di riferimento”, ha poi assicurato Gilberto De Santis, presidente dell’Ital, “accetta di fornire informazioni specifiche attendibili e rilevanti sulla propria attività in piena linea con il modello adottato dalle organizzazioni senza scopo di lucro. Il Bilancio sociale”, ha continuato il presidente, “è ormai per l’Ital uno strumento essenziale e prioritario per valutare la nostra coerenza, la nostra trasparenza e la nostra efficienza ed efficacia”.

Nelle conclusioni Carmelo Barbagallo, segretario organizzativo della Uil, ente promotore dell’Ital, ha delineato gli scenari futuri del patronato che dovrà essere sempre più sinergico, collaborativo e legato al sistema dei servizi confederale. “Siamo andati dal presidente Schifani”, ha detto infine Barbagallo, “e abbiamo parlato di disabilità e non autosufficienza, un tema chiave delle pensioni Uil ma anche un servizio straordinario che”, ha concluso, “si collega a molte attività Ital”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento