Data odierna 22-10-2017

L’altraitalia: Lei,quale cittadino italiano residente da anni in Svizzera, si candida come consigliere nelle liste del Polo Neretino nel comune di Nardò. Quali sono le motivazioni che l`hanno indotta...

L’altraitalia:

Lei,quale cittadino italiano residente da anni in Svizzera, si candida come consigliere nelle liste del Polo Neretino nel comune di Nardò.

Quali sono le motivazioni che l`hanno indotta a voler essere parte attiva della politica italiana in Italia?

Antonio De Bitonti:

In primo luogo l`amore per il mio paese e la coscienza, che anche un residente all`estero può fare politica attiva in Italia. Il nostro paese ha bisogno di ogni singola forza che lo aiuti a ristabilirsi ed io ritengo che gli italiani all`estero abbiano un grande potenziale.

LI:

Quali esperienze politiche e socio-economiche relative alla sua permanenza in Svizzera ritiene di poter trasferire nel panorama politico del suo paese?

AD:

Soprattutto il poter lavorare in team, al di là degli interessi individuali del singolo. In questo senso ritengo che la Svizzera sia un paese leader.

LI:

Qual`è la sua posizione politica in relazione al tema del federalismo, a poco tempo dalla ricorrenza dei 150 anni dell`Unità d`Italia?

AD:

Ci sono due tipi di federalismo, uno centrifugo ed uno che divide. E`chiaro che io auspichi quello che unisce, anche se la tematica è estremamente complessa e l`Italia ha bisogno di molto lavorio a tutti i livelli per poterlo realizzare.

LI:

Quali sono i temi salienti del programma politico PD nella sua regione? Quali sosterrà incondizionatamente e quail potrebbero essere a suo parere oggetto di critica?

AD:

Migliorare le condizioni socio-economiche e lavorare alle lacune del governo attuale. Inoltre io mi occupo di cercare costruttivi gemellaggi con località svizzere.

Oppure condividila!

Notizie simili