Data odierna 22-09-2017

A quasi tre settimane dal voto è giunta l’ora, per gli eletti, di entrare in Parlamento. Si riuniranno domani, 15 marzo, sia la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica. La Camera si riunirà...

Inizia la XVII legislatura: Domani prima seduta di Camera e Senato

A quasi tre settimane dal voto è giunta l’ora, per gli eletti, di entrare in Parlamento. Si riuniranno domani, 15 marzo, sia la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica.

La Camera si riunirà a partire dalle 10.30 e sarà presieduta dall’onorevole Antonio Leone, Vicepresidente più anziano per elezione tra quelli della Legislatura precedente; il Senato è convocato dalle 11.00 e a presiedere i lavori sarà il senatore a vita Emilio Colombo.

In entrambi i rami del Parlamento dovranno essere svolti alcuni adempimenti formali: la costituzione dell’Ufficio provvisorio di Presidenza; la costituzione della Giunta delle elezioni provvisoria e la proclamazione di deputati subentranti; l’elezione del Presidente che avrà luogo per scrutinio segreto.

Il regolamento della Camera, per l’elezione del Presidente, richiede al primo scrutinio la maggioranza dei due terzi dei componenti la Camera, mentre dal secondo scrutinio è richiesta la maggioranza dei due terzi dei voti computando tra i voti anche le schede bianche. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti.

Al Senato, è eletto, recita il regolamento, “chi raggiunge la maggioranza assoluta dei voti dei componenti del Senato. Qualora non si raggiunga questa maggioranza neanche con un secondo scrutinio, si procede, nel giorno successivo, ad una terza votazione nella quale è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti dei presenti, computando tra i voti anche le schede bianche. Qualora nella terza votazione nessuno abbia riportato detta maggioranza, il Senato procede nello stesso giorno al ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti e viene proclamato eletto quello che consegue la maggioranza, anche se relativa. A parità di voti è eletto o entra in ballottaggio il più anziano di età”.

Dopo la prima seduta, verranno costituiti i Gruppi parlamentari; seguirà l’elezione del Consiglio di Presidenza e la formazione delle Commissioni permanenti.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento