Data odierna 22-10-2017

Primo step in casa pugliese per la nascita della Macro Regione Adriatico Jonica. Partirá infatti da Bari il 17 settembre, con un Focus tematico dedicato a energie rinnovabili e reti di collegamento...

Primo step in casa pugliese per la nascita della Macro Regione Adriatico Jonica. Partirá infatti da Bari il 17 settembre, con un Focus tematico dedicato a energie rinnovabili e reti di collegamento nell’ambito della Fiera del Levante, il progetto per la realizzazione della Macro Regione Adriatico Jonica da realizzarsi entro il 2014. Il progetto rientra nella più vasta strategia dell’Unione Europea di definizione di macro-regioni composte da paesi europei e paesi in preadesione. Le regioni che aderiscono all’iniziativa della Macro Regione Adriatico Jonico sono il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, l’Emilia Romagna, le Marche, l’Abruzzo, il Molise, la Basilicata , la Calabria , la Sicilia e naturalmente la Puglia , regione quest’ultima scelta dal governo nazionale per avviare il progetto proprio “per il suo ruolo strategico e la sua posizione geografica”. I paesi invece sono oltre all’Italia, la Slovenia e la Grecia (paesi dell’Unione Europea), i paesi balcanici (paesi in preadesione).

L’annuncio questa mattina al termine dell’incontro operativo svoltosi, presso la presidenza del Consiglio regionale, tra il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e il sottosegretario agli Esteri Alfredo Mantica. All’incontro ha partecipato anche l’assessore al Mediterraneo della regione Puglia Silvia Godelli. L’incontro è reso noto dall’Ufficio stampa della Regione Puglia.

“C’è una buona sinergia tra la regione Puglia e il Ministero degli Esteri – ha detto il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola – i nostri rapporti sono improntati ad una leale collaborazione. Questa è un’occasione molto importante per mettere insieme tutte le regioni della fascia adriatico/jonico affinché si possa essere pronti per la definizione della pianificazione strategica complessiva 2014/2020. E’ un salto di qualitá molto importante e ancora una volta il mare gioca un ruolo fondamentale, quello di architrave dell’Europa che verrá”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento