Data odierna 23-09-2017

Sarà inaugurata giovedì prossimo, 5 gennaio, alle 17, nella Biblioteca comunale di San Giorgio di Nogaro (Udine), in Piazza Plebiscito 2, la mostra fotografica itinerante “In viaggio – cent’anni...

In viaggio: San Giorgio di Nogaro la mostra fotografica sull’Emigrazione italiana

Sarà inaugurata giovedì prossimo, 5 gennaio, alle 17, nella Biblioteca comunale di San Giorgio di Nogaro (Udine), in Piazza Plebiscito 2, la mostra fotografica itinerante “In viaggio – cent’anni di immagini e di parole dal mondo dell’emigrazione del Friuli Venezia Giulia, dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia”, arricchita con immagini relative alla Bassa Friulana.

L’esposizione, organizzata dal Dipartimento di scienze umane dell’Università di Udine, dal Servizio corregionali all’estero e lingue minoritarie e dal Centro di catalogazione e restauro della Regione Friuli Venezia Giulia, contiene fotografie e testimonianze provenienti dalle famiglie degli emigrati all’estero e raccolte nell’Archivio Multimediale della Memoria dell’Emigrazione Regionale (www.ammer-fvg.org) ed è indirizzata in maniera particolare al mondo della scuola e dei giovani.

Dopo le precedenti tappe di Udine, Avasinis di Trasaghis e Gorizia, la mostra approda nella Bassa Friulana dove saranno approfondite in particolare le vicende dei friulani emigrati nel secondo dopoguerra come tagliatori di canne nel Queensland (Australia) e per la costruzione e l’avvio dello stabilimento SNIA di Umkomaas (Sud Africa).

Allestita nelle barchesse di Villa Dora, la mostra resterà aperta fino al 4 febbraio (dal martedì al venerdì dalle ore 15 alle 18; il sabato dalle 10 alle 13), sarà inaugurata dall’assessore regionale alla Cultura, Elio De Anna; interverranno il sindaco di San Giorgio di Nogaro, Pietro Del Frate, il Direttore del Servizio corregionali all’estero e lingue minoritarie, Giuseppe Napoli, il responsabile scientifico del progetto AMMER e docente di Antropologia culturale dell’Università di Udine, Gian Paolo Gri.

Nell’occasione sarà proiettato “Fuochi friulani nell’Agro Pontino” di Stefano Morandini, un videoracconto, prodotto nell’ambito del progetto AMMER, incentrato sulla conservazione della tradizione dell’accensione del “pignarul” epifanico, portata dai friulani emigrati durante il Fascismo per la bonifica delle Paludi pontine e mantenuta sino a oggi.

Durante il mese di apertura della mostra “In viaggio” sono previsti nella sala convegni delle Barchesse di Villa Dora altri due appuntamenti collaterali. Giovedì 26 gennaio alle ore 16.00 il seminario “Migranti nella letteratura per ragazzi”, che sarà condotto dal docente di Storia e letteratura per l’infanzia dell’Università di Udine, Livio Sossi; martedì 31 gennaio alle ore 20.30 ci sarà la proiezione dei video “Farcadice. Umkomaas – Sudafriche” e “L’oceano breve”, introdotti dal coordinatore scientifico del progetto AMMER, Antonio Giusa

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento