Data odierna 23-08-2017

“Gli italiani sanno per esperienza che l’IMU, comunque vada, lo pagheranno. Direttamente o indirettamente. Cinque miliardi di euro per ripianare i nuovi interessi sul debito pubblico accumulati...

Imu: Grillo, italiani la pagheranno

“Gli italiani sanno per esperienza che l’IMU, comunque vada, lo pagheranno. Direttamente o indirettamente. Cinque miliardi di euro per ripianare i nuovi interessi sul debito pubblico accumulati nel 2013 vanno trovati entro fine anno”. Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog. “Il Paese sta andando a picco e un pregiudicato e una nullità politica che deve chiedere il permesso allo zio o al nonno anche per fare pipì stanno baloccandosi sull’IMU usato come pretesto elettoralBerlusconi “ha preso per il culo gli italiani con una promessa non mantenuta. Prima delle elezioni c’erano le file alle poste con il biglietto della lotteria di Berlusconi per non pagare l’IMU. La paghi Letta l’IMU con i miliardi di finanziamento pubblico che ha preso il SUO partito che grazie a questi soldi LO HA FATTO eleggere negli ultimi vent’anni. Se la paghino loro l’IMU.”

MOZIONE M5S, DOPO CONDANNA VIA TITOLO DI CAVALIERE – ”Via il titolo di Cavaliere a Berlusconi!”. Lo chiede con una mozione l’intero gruppo M5S al Senato, primi firmatari Gianluca Castaldi ed il capogruppo Nicola Morra. ”La condanna per frode fiscale confermata dalla Suprema Corte di Cassazione appare tale da rendere indegno il titolare della onorificenza dell’Ordine cavalleresco al merito del lavoro” Silvio Berlusconi. Perciò la mozione dei 5 Stelle ”impegna il Governo ad attivare le procedure di revoca previste dalla Legge 15 maggio 1986, n. 194”.

Nella mozione presentata al Senato, il Movimento 5 Stelle osserva che “la condanna definitiva subita dal cavaliere del lavoro Silvio Berlusconi concerne specificatamente l’inosservanza di uno dei requisiti per ottenere la decorazione, l’aver cioè non ‘adempiuto agli obblighi tributari’”. L’onorificenza è stata attribuita al leader del Pdl, ricordano i 5 Stelle, il 2 Giugno 1977, con brevetto nø 1879. Berlusconi ha ricevuto l’Ordine cavalleresco al merito del lavoro che lo autorizzata a fregiarsi del titolo di ‘Cavaliere del lavoro’. “L’onorificenza in oggetto – sottolinea il M5S – è stata attribuita per la categoria Industria edile e telecomunicazioni, settore nel cui ambito si sono consumati i reati per i quali egli è stato definitivamente condannato”. Nel testo della mozione si ricorda che la legge prevede che “incorre nella perdita dell’onorificenza l’insignito che se ne renda indegno”.

La proposta “di revoca della onorificenza deve essere comunicata all’interessato affinché, entro il termine di decadenza di giorni trenta, presenti per iscritto le difese da sottoporre alla valutazione del consiglio dell’Ordine, che esprime il proprio parere nei successivi sessanta giorni”. Ma “sono vincolanti per il Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato le richieste di revoca indirizzategli dai Ministri proponenti”. Infine, “previo parere del consiglio dell’Ordine e su proposta motivata del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato, la revoca è disposta con decreto del presidente della Repubblica”. Di conseguenza la mozione “impegna il Governo, ad attivare le procedure di revoca previste dalla legge 15 maggio 1986, n. 194 con riferimento al conferimento dell’onorificenza di cavaliere del lavoro al dott. Silvio Berlusconi”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento