Data odierna 22-08-2017

“Cosa ci può essere di sbagliato in uno sgravio fiscale per le famiglie? Nulla, saremmo tentati di affermare di primo acchito. Eppure, a uno sguardo più attento l’iniziativa sulla quale...

Il sindacato Syna dice NO all’iniziativa a favore delle famiglie in svizzera, nessun passo indietro a scapito di donne e stato

“Cosa ci può essere di sbagliato in uno sgravio fiscale per le famiglie? Nulla, saremmo tentati di affermare di primo acchito. Eppure, a uno sguardo più attento l’iniziativa sulla quale saremo chiamati a votare il 24 novembre si rivela uno specchietto per allodole”. Per questi motivi, Syna e Travail.Suisse raccomandano “decisamente di votare NO”.
Da anni Syna si batte per condizioni di lavoro favorevoli alle famiglie e rimunerazioni uguali per donne e uomini. Le donne, si legge nella nota diffusa oggi dal sindacato, “sono ben formate e irrinunciabili nel mondo del lavoro. L’obiettivo dovrebbe dunque essere di migliorare ulteriormente le condizioni d’impiego, affinché le donne siano veramente le benvenute e non siano costrette a vivere una gravidanza come un evento che le costringe a far ritorno al focolare. Eppure è proprio lì che conduce l’iniziativa a favore delle famiglie, irriguardosa del fatto che il tempo non si è fermato. Gli argomenti decisamente contrari all’iniziativa non mancano di certo – sia sociali che di politica fiscale e, non da ultimo, anche in materia di mercato del lavoro”.
“Le donne non lavorano soltanto perché vi sono costrette, ma anche perché lo desiderano”, si legge ancora nella nota del sindacato svizzero. “Hanno una buona formazione, e il mercato del lavoro ha bisogno di loro. Da mesi l’opinione pubblica dibatte sulla carenza sempre più cronica di manodopera specializzata. E nel contempo dobbiamo votare se accettare o no che le donne che rimangono a casa per accudire personalmente i propri figli possano beneficiare, per questa attività, di una deduzione. Ma come e da chi verrebbero colmate le lacune fiscali causate da una simile modifica di legge? A questa domanda i promotori dell’iniziativa non forniscono nessuna risposta – e ciò non è un buon segno”.
Syna “è contrario all’iniziativa e chiede invece condizioni di lavoro moderne e favorevoli alle famiglie”. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento