Data odierna 25-09-2017

“L’Italia a Shanghai. Presentazione del Sistema Italia: la Comunità Italiana, le Relazioni Economiche, le Attività Culturali, i Visti” è il titolo del Dossier redatto dal Consolato d’Italia...

Guarda le immagini Il dossier del consolato sulla presenza italiana a Shanghai

Il dossier del consolato sulla presenza italiana a Shanghai

“L’Italia a Shanghai. Presentazione del Sistema Italia: la Comunità Italiana, le Relazioni Economiche, le Attività Culturali, i Visti” è il titolo del Dossier redatto dal Consolato d’Italia a Shanghai che certifica la crescita in numero e in qualità della presenza italiana in questa parte di Cina. Il dossier, da ora disponibile anche in rete, comprende tutti i dati sulla presenza economica, commerciale e culturale e sugli obbiettivi del “Sistema Italia” a Shanghai.

I connazionali iscritti all’Aire sono 2.045, per la maggior parte uomini e maggiorenni, ma il Consolato stima che un numero almeno equivalente di italiani, non iscritti AIRE, soggiornino nella circoscrizione più o meno stabilmente.

Circa 900 sono le aziende nella Cina orientale, di cui 441 registrate negli elenchi ICE, così ripartite: 348 nella Municipalità di Shanghai; 61 nella Provincia del Jiangsu; 28 nella Provincia del Zhejiang; 4 nella Provincia dell’Anhui.

Nel paragrafo “Relazioni Economico-Commerciali Italia-Cina” si riportano i dati 2011 secondo cui l’interscambio Italia-Cina, nei primi 10 mesi dell’anno passato, è stato di 43,44 miliardi di dollari, in crescita del 19,5% rispetto allo stesso periodo del 2010. L’Italia è il 21° Paese fornitore della Cina con una quota dell’1% del totale, il terzo tra i Paesi Ue, dopo Germania e Francia.

Sempre nei primi 10 mesi del 2011 abbiamo esportato in Cina per 14,55 miliardi di dollari, in crescita del 27,8% rispetto allo stesso periodo del 2010. Il 49,1% dell’export è rappresentato da macchinari e macchinari elettrici.

Il Dossier prosegue con diversi paragrafi che illustrano le “Opportunità per il Made in Italy in Cina”, con focus su industria, Sistema Moda, agroalimentare, Sistema Casa e Artigianato. Seguono approfondimenti sugli “Obiettivi per una Strategia di Efficace. Penetrazione nel Mercato” e su “Le Opportunità per le PMI italiane nell’Area del Delta dello Yangtze (12° Piano Quinquennale)”.

Dal Dossier si rileva che i visti rilasciati per l’Italia dal Consolato Generale a Shanghai nel 2011 sono stati 87.480 con un aumento dell’81% rispetto al 2010. Per la maggior parte si è trattato di visti per turismo (61%) e per affari (21%).

Chiudono il Dossier le pagine dedicate al “Programma MAE-Regioni-Cina Orientale 2010-2012″, al “Sistema Italia Università – Cultura”, al Padiglione Italiano ad Expo 2010 e all’annuncio del Nuovo Padiglione Italiano.

Verrà inaugurato in marzo, infatti, un nuovo Padiglione che sarà “il nucleo centrale di una zona che diventerà un centro permanente per attività culturali e di intrattenimento con una forte caratterizzazione europea. Il Padiglione ospiterà, al I e al II piano, mostre aperte al pubblico, mentre il III e il IV piano saranno riservati agli eventi business. Con il club e il ristorante panoramico, inoltre, l’intera struttura mira a diventare la prima vetrina 100% italiana del Made in Italy a Shanghai”.

Il Dossier è disponibile al link http://www.consshanghai.esteri.it/NR/rdonlyres/EE738B2B-24B2-4FC8-9F32-F7A058C469E5/7155/LItaliaaShanghai012013.pdf.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento