Data odierna 22-10-2017

Lo scorso anno, colpito dal dramma che aveva colpito l’Abruzzo, il Comites di San Marino aveva rinunciato ad organizzare l’ormai consueta cena del 1 giugno al fine di raccogliere...

Lo scorso anno, colpito dal dramma che aveva colpito l’Abruzzo, il Comites di San Marino aveva rinunciato ad organizzare l’ormai consueta cena del 1 giugno al fine di raccogliere fondi ed essere cosí solidale con le popolazioni colpite dal terremoto .

Alla luce dei fondi raccolti, la scelta era poi caduta sulla donazione di una serie di strumenti musicali che potessero arredare la “sala della musica” nella scuola di San Panfilo d’Ocre che la Caritas Ambrosiana aveva in animo di costruire alla cittadina di Ocre, in provincia dell’Aquila. All’iniziativa si era poi affiancata, nella persona dell’allora capitano Alessandro Barulli,  la Giunta di Castello di San Marino che aveva avuto piacere di legarsi agli italiani residenti a San Marino in questa dimostrazione di solidarietá.

Si è cosí arrivati alla data dell’inaugurazione della scuola e si sono trovati ad Ocre, assieme al presidente della Caritas mons. Giuseppe Magnani ed il vescovo ausiliario dell’Aquila mons. Giovanni D’Ercole, il presidente del Comites di San Marino Massimo Scandroglio ed il segretario della Giunta di Castello di Cittá Enrico Carattoni. Era altresí presente il sindaco di Ocre Fausto Fracassi

“Oggi sono venuto da San Marino – ha detto per l’occasione il presidente del Comites – assieme ai rappresentanti della Giunta di Castello che si è da subito legata a noi nell’iniziativa, per vedere il miracolo che si è compiuto ad Ocre e per portarvi, in occasione del momento formale della donazione degli strumenti musicali, al Comune della cittá, i nostri auguri per un futuro migliore. San Marino – ha continuato Massimo Scandroglio – è sempre stata solidale con l’Italia, lo è stata in tutta la sua storia. Lo è stata durante la Grande Guerra accogliendo 100.000 italiani in fuga ed è solidale oggi anche con gli italiani d’Abruzzo, vittime di questo terribile evento naturale”.

Grazie alla collaborazione della maestra di musica Rossella Pezzuti, con gli strumenti donati dal Comites di San Marino i ragazzi anno accolto gli ospiti intonando l’Inno d’Italia e l’Inno di San Marino.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento