Data odierna 23-09-2017

“Friuli Venezia Giulia e Campania: terre di specialità eno-gastronomiche. Il ruolo della Comunità italiana all’Estero: una via d’uscita dalla crisi”. è il tema della conferenza...

Gli italiani all’estero una via d’uscita dalla crisi: Conferenza a Roma dell’ERAPLE FVG

“Friuli Venezia Giulia e Campania: terre di specialità eno-gastronomiche. Il ruolo della Comunità italiana all’Estero: una via d’uscita dalla crisi”. è il tema della conferenza svolta ieri, 3 aprile, nella sede di Rappresentanza della Regione Friuli Venezia Giulia a Roma, sita presso Palazzo Ferrajoli, organizzata dall’Eraple (Ente Regionale Acli per i Problemi dei Lavoratori Emigrati) del Friuli Venezia Giulia con il sostegno della Regione stessa, Assessorato alla Cultura, Sport, Relazioni Internazionali e Comunitarie – Servizio Corregionali all’Estero e Lingue Minoritarie.

Alla serata sono intervenuti, in qualità di relatori, gli onorevoli: Amato Berardi, Pdl, circoscrizione Estero, Marco Pugliese, (Grande SUD) della Regione Campania, Ettore Rosato, parlamentare (PD) del Friuli Venezia Giulia. Presenti anche: il Presidente del Board della rivista “Semestre Europeo”, Francesco Tufarelli; Antonella Picariello, assistente parlamentare ed imprenditrice nel settore agro-alimentare; Cesare Costantini, Direttore dell’ERAPLE – FVG.

Proprio Costantini ha fatto gli onori di casa ai numerosi ospiti: tra gli altri, i rappresentanti delle Ambasciate di Bulgaria, Russia e Slovenia, il dott. Eduart Biasizzo dell’Ufficio diplomatico della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Comune di Paliano (FR), dell’Associazione Triestini, Goriziani e Giuliani nel Mondo, Roberto Sancin e la delegata ERAPLE a Stoccarda, Franca Brollo.

Nello specifico, i tre parlamentari, nei loro interventi, hanno sottolineato “l’indifferibile necessità di moltiplicare tali manifestazioni a sostegno di una imprenditoria virtuosa, necessaria ad accelerare il tema della crescita tanto cara alle attuali linee governative”.

Pur in una situazione non ottimale, è stato detto, sono proprio i prodotti tipici e l’indotto da essi supportato che possono, in questo momento storico, rilanciare l’economia del sistema Italia, non sottovalutando in alcun modo il ruolo della Comunità italiana all’Estero che, con la sua attività incessante, evoca su di sé il ruolo di “ambasciatrice” del Made in Italy.

In questo contesto, vanno letti gli interventi di Antonella Picariello (“la politica dovrebbe cercare di valorizzare ancor di più la giovane imprenditoria che vede gravare su di sé i filtri di una legislazione che regola il settore non ancora allineati alla domanda che pone il mercato globale”), e di Cesare Costantini (“lo sforzo di adeguamento delle Istituzioni alle nuove sfide dovrebbe partire, non solamente dallo Stato centrale ma, soprattutto dalla valorizzazione dei piccoli centri e degli Enti Locali che dovrebbero avvalersi ancor di più dell’opera delle Associazioni rappresentata, in questa occasione, dall’azione espressa dall’ERAPLE-FVG”).

“Dovrà essere proprio la sinergia tra le associazioni regionali – hanno sintetizzato Picariello e Costantini – a rendere concreta ed efficace l’idea del “fare sistema”".

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento