Data odierna 24-09-2017

“Sette euro a testa: è questa la somma che il Governo è disposto a investire direttamente per i nostri connazionali residenti all’estero. Una vergogna, una presa in giro proprio ai cittadini che...

“Sette euro a testa: è questa la somma che il Governo è disposto a investire direttamente per i nostri connazionali residenti all’estero. Una vergogna, una presa in giro proprio ai cittadini che con enorme sacrificio contribuiscono a dare prestigio al Made in Italy e a fare grande il Paese”. Lo sostiene l’on. Laura Garavini dalla piazza in cui è scesa ieri al fianco del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero.
“Il quadro lo ha ricostruito perfettamente il Segretario generale del Cgie, Elio Carozza”, ha detto la deputata eletta all’estero, riferendosi ai dati che indicano come dal 2009 ad oggi le risorse a disposizione per l’emigrazione siano passate da 60 milioni di euro a 29 milioni. Laura Garavini si è poi detta “davvero contenta che anche la senatrice Finocchiaro e il presidente Bindi abbiano partecipato alla protesta”.
In conclusione, la parlamentare ha sostenuto che “nella realtà della globalizzazione, la diffusione nel mondo di tanti italiani è una fondamentale risorsa per godere di un ruolo politico ed economico privilegiato. Il Governo non ne coglie il potenziale e chiama politica del risparmio quella che in sostanza è una vere propria politica dello spreco”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento