Data odierna 22-06-2017

A poche ore dalla concessione della fiducia al nuovo governo Renzi esortiamo i nostri parlamentari all’estero a subordinare tale concessione esclusivamente ad un programma di governo sulla base di...

Fiducia al governo Renzi? Eletti all’estero pensino a italiani nel mondo!

A poche ore dalla concessione della fiducia al nuovo governo Renzi esortiamo i nostri parlamentari all’estero a subordinare tale concessione esclusivamente ad un programma di governo sulla base di contenuti specifici che ci coinvolgano direttamente e che salvaguardino i nostri interessi essendo essi chiamati a rappresentarci esclusivamente in questa ottica.

Tra questi e’ appena il caso di ricordare, tra le priorità in assoluto : a) l’esercizio del diritto di voto nella forma che si terra’ piu’ opportuna, tendente a garantire di fatto tale possibilità; b) il ripristino di una rete consolare che, anche se razionalizzata, permetta agli italiani nel mondo di usufruire, senza particolari disagi, la fruizione dei servizi; c) una revisione non penalizzante ma migliorativa del funzionamento degli istituti di cultura; d) un potenziamento delle risorse economiche per la diffusione della lingua e cultura italiana; e) il riconoscimento a prima casa delle abitazione degli italiani all’estero e una drastica riduzione dei costi dei servizi sulla base del loro utilizzo effettivo, eliminando la facoltà concessa ai sindaci.

Motivazioni diverse che non tengano conto di quanto suddetto non sarebbero giustificate dagli elettori all’estero.

Il nuovo governo, chiamato a fornire una inversione di marcia ed a garantire una politica di maggiore rispetto nei nostri confronti, non puo’ assolutamente non tener conto di queste nostre richieste e non puo’ trovare la complicita’ dei nostri rappresentanti all’estero che sono chiamati, forse per l’ultima volta, a dimostrare di essere in possesso di quegli attributi necessari a svolgere, nel nostro esclusivo interesse, il ruolo loro conferito. La concessione, quindi, di una fiducia solo ed esclusivamente nel nostro interesse, e non per altre eventuali pretestuose motivazioni o il timore che un ipotetico ricorso a nuove elezioni possa mettere a rischio la loro rielezione. (Nello Passaro)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento