Data odierna 25-09-2017

Un’iniziativa organizzata dall’associazione Trentini nel Mondo a nome delle associazioni aderenti all’UNAIE. L’apertura dei lavori è affidata a Franco Narducci, vice presidente della Commissione...

Un’iniziativa organizzata dall’associazione Trentini nel Mondo a nome delle associazioni aderenti all’UNAIE. L’apertura dei lavori è affidata a Franco Narducci, vice presidente della Commissione Esteri della Camera e presidente UNAIE.

Si svolgerà a Comano Terme, dal 24 al 26 settembre, il convegno intitolato “Famiglia e lavoro: le sfide di una società in movimento” organizzato dall’Associazione Trentini nel Mondo a nome delle 46 associazioni aderenti all’UNAIE (Unione Nazionale Associazioni Immigrazione Emigrazione) e dei 68 movimenti europei per il dialogo sociale iscritti all’EZA (Europäisches Zen trum für Arbeitnehmer fragen), con il contributo finanziario della Commissione Europea.

Il tema dell’iniziativa tocca problematiche vissute nel passato dai nostri emigrati e che ora coinvolgono le centinaia di migliaia di nuovi migranti, sia che provengano da paesi extracomunitari sia che si spostino all’interno della Comunità Europea.

I relatori parleranno di mobilità dei lavoratori e delle loro famiglie, di misure di sostegno europee a tali famiglie e ai minori e di pari opportunità. Spazio anche alle testimonianze di esperienze vissute in passato dagli emigrati italiani e nel presente da persone immigrate in Trentino.

Ad aprire i lavori, domani alle ore 15 presso il Grand Hotel Terme, il saluto di Alberto Tafner, presidente della Trentini nel Mondo, seguito dall’intervento del sindaco di Comano Terme, Livio Caldera, del presidente della provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, di autorità e rappresentanti di EZA.

Previsto anche il saluto – ore 15.45 – di Franco Narducci, presidente dell’UNAIE e deputato eletto per il Pd nella circoscrizione Estero. Suo anche il contributo in apertura della prima sessione di lavoro,“Famiglia/e e lavoro/i nel mondo contemporaneo” – ore 16.15 – intitolato: “Mobilità dei lavoratori – mobilità delle famiglie: questioni aperte nelle politiche migratorie”. Seguiranno quello di Claudia Loro della CGIL Trento su “Il ruolo del sindacato nella promozione delle pari opportunità” e di Vincenziana Zanetti di MCL Lodi su “La piattaforma pari opportunità di EZA: storia e progetti”. A chiusura delle prima giornata di convegno, un dibattito sui temi esposti.

Il 25 settembre, a partire dalle ore 9, la discussione riprenderà su “Politiche e strategie per conciliare lavoro e famiglia, politiche e  pratiche in diversi contesti europei”, con gli interventi di Lia Giovanazzi Beltrami, assessore Solidarietà internazionale e convivenza su “Lavoratori migranti e famiglia nella Provincia Autonoma di Trento”, Eleonora Stenico, consigliere per le pari opportunità della provincia trentina, su “L’applicazione delle pari opportunità: misure per la famiglia e per il lavoro”, Christine Oppitz-Plörer, sindaco di Innsbruck, su “Misure ed aiuti per permettere la sostenibilità di famiglia, bambini e lavoro: il caso della città di Innsbruck, capoluogo del Land Tirolo” e Carmen Ionescu, CSDR Romania, su “Mobilità, famiglie e accesso al mercato del lavoro in Romania”.

La sessione di lavoro pomeridiana, alle 14.30, avrà come oggetto “I problemi della famiglia migrante: esperienze di vita vissuta tra passato e presente”, con gli intereventi di Daniel Navas Vega, consulente in gestione del capitale umano, su “Dinamiche e problematiche dell’inserimento delle famiglie migranti in Europa”, Giuseppe, Esterina e Nelly Pasquazzo, che testimonieranno la loro esperienza di famiglia di emigranti italiani in Belgio, Aicha Mesrar, mediatrice culturale marocchina e consigliere comunale a Rovereto e di Marco Rosi, coordinatore educativo della Coop. Samuele.

Il dibattito e le conclusioni, domenica 26 settembre, dalle ore 9, saranno moderate da Ferruccio Pisoni, già presidente della Trentini nel Mondo.

Si tratta dell’ottavo appuntamento di questo genere promosso in provincia dal sodalizio.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento