Data odierna 21-11-2017

L’amministratore delegato di Expo Spa, Giuseppe Sala, è stato nominato commissario unico di Expo 2015 dal presidente del Consiglio Enrico Letta. Lo ha annunciato lo stesso premier al termine di...

L’amministratore delegato di Expo Spa, Giuseppe Sala, è stato nominato commissario unico di Expo 2015 dal presidente del Consiglio Enrico Letta. Lo ha annunciato lo stesso premier al termine di un incontro avvenuto a Milano con tre ministri e i rappresentanti delle istituzioni lombarde che gestiscono l’esposizione universale. Nella sede della societa’ Expo Spa sono arrivati oltre a Letta i ministri Maurizio Lupi (Infrastrutture), Massimo Bray (Cultura) e Nunzia De Girolamo (Politiche Agricole) che partecipano alla riunione con il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni e il presidente della provincia di Milano Guido Podesta’. Sono presenti anche i vertici di Expo Spa con l’amministratore delegato Giuseppe Sala che dovrebbe appunto ricevere l’incarico di commissario unico. Carica che unifichera’ le due figure di commissario straordinario e commissario generale finora previste. E’ presente all’incontro anche il sottosegretario con la delega a Expo 2015 Maurizio Martina.

“E’ stata una riunione molto operativa per dare il segnale che l’Expo è una priorità vera e reale e ho spinto per la nomina di Giuseppe Sala e ho voluto dirgli che avrà il massimo del nostro sostegno – ha detto il premier Enrico Letta -. I poteri sono più estesi e Sala rappresenterà lo snodo centrale di tutto”. Da parte sua Giuseppe Sala ha ringraziato il governo per la fiducia accordatagli “che ho preso come un atto di fiducia per tutti quelli che lavorano in Expo”.

“Sul tema dei controlli nessuno possa pensare di fare il furbo” e l’impegno del governo “contro le attività illecite e illegali sarà totale” ha detto il premier Enrico Letta parlando a Milano durante la conferenza stampa per l’Expò2015, ritenuto “Per il governo una vera e reale priorità”. “L’expo – ha proseguito – è uno dei punti cardinali , un punto di riferimento essenziale per la vita di questo governo. Da qui vogliamo che venga un messaggio di coesione, siamo una squadra, la squadra Italia”.

Il premier replica poi a chi gli chiede se Prodi sarà coinvolto nei prossimi mesi: “Ovviamente sì. Coinvolgerò tutti gli ex presidenti del Consiglio e tutti coloro che hanno avuto un ruolo in questi anni”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento