Data odierna 18-08-2017

Il Ministro degli Esteri Emma Bonino ha inaugurato oggi alla Farnesina la prima sessione plenaria del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani, ricostituito lo scorso settembre essendo stato compreso...

Diritti umani: Bonino partecipa alla 1a sessione plenaria del Comitato Interministeriale

Il Ministro degli Esteri Emma Bonino ha inaugurato oggi alla Farnesina la prima sessione plenaria del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani, ricostituito lo scorso settembre essendo stato compreso nel 2012 fra gli organismi da sopprimere dalla “spending review”.

Nelle parole del Capo della Diplomazia italiana, il CIDU “consentirà di continuare con rinnovato impulso l’azione di sensibilizzazione delle competenti istanze nazionali per l’adeguamento degli impegni da noi assunti sul piano internazionale”.

All’ordine del giorno, la presentazione dell’attività del CIDU e l’esame delle principali scadenze previste nel 2014, con un importante focus sulla dimensione nazionale della tutela dei diritti umani.

“La promozione dei diritti umani nei contesti internazionali – ha osservato al riguardo la Titolare della Farnesina – non può prescindere dal loro rafforzamento sul piano interno in attuazione degli obblighi internazionali assunti dal nostro Paese” su temi-chiave quali: l’introduzione nell’ordinamento del reato di tortura; la ratifica della Convenzione internazionale per la protezione dalle Sparizioni Forzate; il rafforzamento dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR); la compilazione del Piano Nazionale razzismo e del Piano Nazionale in materia di infanzia e adolescenza; il contrasto alla discriminazione, fra cui quella in base all’orientamento sessuale (LGBTI); la tutela dei Rom e dei Sinti; il sovraffollamento delle carceri; l’indipendenza del sistema giudiziario e dell’amministrazione della giustizia; la libertà di espressione.

I lavori hanno anche toccato l’avvio, nell’ottobre 2014, della Revisione Periodica Universale dell’Italia da parte del Comitato Diritti Umani delle Nazioni Unite e la predisposizione del Common Core Document, documento fondamentale di presentazione complessiva del sistema-Italia nelle sue dimensioni costituzionale, legislativa, civile, politica, economica, sociale e culturale.

Durante la riunione plenaria si è inoltre discusso del dibattito che, nella cornice del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea, il Governo intende promuovere su temi come la gestione integrata dei flussi migratori, l’integrazione, il contrasto alla discriminazione, la parità di trattamento.

Altro tema di rilievo, infine, l’azione di outreach che il CIDU deve svolgere verso la società civile, in particolare le università, le ONG, i giovani, per poter stimolare “l’avvio di una discussione sui “beni comuni globali”, quali la sostenibilità ambientale, l’educazione ai diritti umani, la protezione dei beni culturali” ha concluso il Capo della Diplomazia italiana. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento