Data odierna 23-09-2017

“Signor Presidente, Onorevoli colleghi, alla luce di quanto emerso nelle ultime ore riguardo alla mia persona e ai presunti coinvolgimenti in affari contestati dalla magistratura, ritengo doveroso...

“Signor Presidente, Onorevoli colleghi, alla luce di quanto emerso nelle ultime ore riguardo alla mia persona e ai presunti coinvolgimenti in affari contestati dalla magistratura, ritengo doveroso condividere con voi alcune considerazioni”. Partendo da queste premesse Aldo Di Biagio, senatore di Scelta Civica eletto all’estero, nella giornata di ieri è intervenuto nell’aula di Palazzo Madama, in merito al presunto coinvolgimento emerso negli ultimi giorni nella maxi truffa ai danni dell’Inps.

“Prima ancora che mi venisse notificato alcun atto, – ha precisato Di Biagio – paradossalmente già da oltre 24 ore si era scatenato intorno a me un carosello mediatico che – noncurante del principio della presunzione di innocenza e della totale assenza di una chiara accusa – mi aveva già processato e condannato. E questo la dice lunga sul sistema mediatico italiano, dove i primi a sapere di inchieste, accuse e condanne sono i giornalisti e non i diretti interessati”.

Ritenendo “questo un vulnus democratico”, Di Biagio si è detto anche “certo, convinto e consapevole della mia totale estraneità ai fatti, che avrò cura – nei modi e nei tempi sanciti – di dimostrare e ribadire nelle sedi competenti. Per il rispetto che ho di questa aula e delle istituzioni che con orgoglio sono stato chiamato a rappresentare”.

“Quanto contestato – ha evidenziato – è a me estraneo. I fatti contestati infatti risalgono a più di dieci anni fa e quindi al di là della loro fondatezza esulano sicuramente dalla mia attività parlamentare. Proprio nel rispetto che ho di questa istituzione, voglio personalmente rinunciare ad ogni forma di immunità parlamentare che potrebbe rallentare e complicare qualsivoglia procedimento. Perché convinto che dinanzi ad una accusa, al di là della sua natura, io debba essere un cittadino, e non un uomo delle istituzioni. Ed in quanto tale debba mettermi a disposizione degli inquirenti in maniera celere, trasparente e consapevole in ragione della mia totale innocenza che conferma in me la dignità per rinnovare la mia sincera disponibilità”.

“Purtroppo – ha proseguito – ad amplificare i toni, già critici, si è inserita la speculazione politica, o meglio, permettetemi, di una sua parte poco onorevole. Sciacalli pronti a scaraventarsi sulla vittima di turno, messa sulla graticola dai media, anche nel tentativo di trarne vantaggio politico. Tutto questo è vergognoso. E voglio ribadirlo in questa aula che dovrebbe proteggere e tutelare in ogni modo i diritti dei cittadini, la dignità delle persona e la correttezza del confronto”.

“Non sono un uomo di apparato, non sono il consigliere di questo o di quello come ha commentato qualche politico affamato di notorietà – ha tenuto a specificare Di Biagio – sono sempre stato un uomo a disposizione del Paese, animato da quel sincero senso del dovere e dal profondo rispetto delle istituzioni che non si collocano in fazioni ma ben oltre gli steccati dei partiti. Infatti io appartengo ai cittadini elettori, a tutti coloro che mi hanno votato e che mi hanno dato la loro fiducia: gli stessi che in questo momento mi stanno dimostrando tutta la loro vicinanza e soltanto a loro devo render conto. Fin dall’infanzia – ha anche rivelato – la vita mi ha messo davanti a delle dure prove, e voglio affrontare anche questa con la dignità, l’onestà e la moralità che sempre mi hanno accompagnato. E intorno alle quali ho voluto sempre e comunque costruire la mia esperienza di uomo e di padre”.

“Lo voglio fare prima di tutto per la mia famiglia, verso la quale va il mio primo pensiero”, ha poi concluso. “A voi chiedo gentilmente il rispetto, non il silenzio. Quello che ci si aspetta dalla più alta istituzione del Paese, che deve essere un riferimento ed un esempio per il singolo cittadino e per l’Italia tutta. I processi, onorevoli colleghi, lasciamoli ai magistrati”. (aise)

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento