Data odierna 21-07-2017

Qualche contraddizione c’è, quando il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parla di bilancio, di debito e di deficit. Il Parlamento, nel 2012, ha approvato una modifica alla Costituzione introducendo...

Debito pubblico e le contraddizioni di Renzi

Qualche contraddizione c’è, quando il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parla di bilancio, di debito e di deficit. Il Parlamento, nel 2012, ha approvato una modifica alla Costituzione introducendo il cosiddetto pareggio nel bilancio, salvo eventi eccezionali che ne consentono lo sforamento.

Il presidente Renzi dichiara anacronistico il vincolo del 3% di deficit, il che vuol dire che vorrebbe portarlo a cifre superiori, contraddicendo, cosi’, il dettato costituzionale. Il presidente Renzi afferma, inoltre, che il debito pubblico e’ una zavorra, ma aumentando il deficit si pongono le premesse per aumentare il debito. Insomma, botte piena, moglie ubriaca e uva nell’orto non si possono avere contemporaneamente. Renzi decida.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc/Associazione per i diritti degli utenti e consumatori

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento