Data odierna 22-09-2017

Firmata dal capogruppo Sanna una lettera indirizzata al presidente del Senato Schifani, al presidente della Giunta delle elezioni Follini e al relatore in Giunta per il voto all’estero Izzo...

Firmata dal capogruppo Sanna una lettera indirizzata al presidente del Senato Schifani, al presidente della Giunta delle elezioni Follini e al relatore in Giunta per il voto all’estero Izzo

A seguito della vicenda della presunta distruzione di schede elettorali degli italiani residenti in Sud America e del condizionamento del voto a favore del Pdl che emergerebbe da inchieste giudiziarie in corso, i senatori del Pd propongono alla Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari “la costituzione di un Comitato inquirente ad hoc cui deferire alcuni accertamenti istruttori di tipo testimoniale e documentale”.

In una lettera indirizzata al presidente della Giunta Marco Follini – segnalata anche ieri nel corso della seduta congiunta delle Commissioni Affari esteri (III) e costituzionali (I) del Senato in merito al voto all’estero da Claudio Micheloni (Pd) (vedi Inform n. 77 del 21 aprile: http://www.mclink.it/com/inform/art/10n07717.htm) – il capogruppo del Pd in Giunta Francesco Sanna invita Follini a chiedere al presidente del Senato, Renato Schifani, di “acquisire presso qualsiasi autorità tutti gli atti ritenuti necessari” alle indagini in merito.

“A nostro avviso – scrive Sanna – occorre ascoltare, oltre le persone direttamente oggetto delle indagini penali e i loro riferimenti in Italia, sicuramente i rappresentanti diplomatici e consolari citati dagli interlocutori delle conversazioni intercettate”. Da Sanna viene inoltre auspicata “una perizia grafologica sulle schede già sperimentata dalla magistratura nel caso che ha recentemente condotto alle dimissioni da senatore di Nicola Di Girolamo”.

Sanna invita quindi il relatore del provvedimento, Cosimo Izzo, – a cui la lettera è indirizzata, oltre che a Schifani e Follini – a chiedere al presidente del Senato l’acquisizione di “copia di tutti i verbali di incenerimento di cui all’art. 18 comma 2 del D.P.R. 2 aprile 2003, n.104, redatti presso ciascun ufficio consolare della ripartizione America meridionale della circoscrizione Estero; tutte le schede della ripartizione America meridionale della circoscrizione Estero non scrutinate ma depositate presso la Corte di appello di Roma”.

Il capogruppo Pd al Senato auspica poi che la Giunta non apprenda più “dell’esistenza di elementi così qualificanti, circa le proprie funzioni, da notizie di stampa”. “Per agevolare l’immediato esercizio dei poteri previsti dal Regolamento di verifica dei poteri, – si legge nella missiva – il Pd invita il presidente Schifani ad avanzare richiesta alla Procura di Reggio Calabria per il caso in considerazione, e anche a tutte le Procure della Repubblica competenti, per avere informazioni sull’esistenza di procedimenti penali per reati elettorali attinenti alla circoscrizione Estero”.

“Questo – conclude Sanna – per consentire al Comitato inquirente nel frattempo costituito, e comunque alla Giunta delle elezioni e delle immunità, di valutare la necessità di accertamenti dei fatti cui subordinare ogni futura determinazione sulla convalida o meno dei seggi coinvolti”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento