Data odierna 23-09-2017

Chiesti lumi sul mancato accoglimento delle richieste di finanziamento degli enti ‘storici’ che da anni operano al fianco della nostra comunitá. Laura Garavini (Pd) ha presentato,...

Chiesti lumi sul mancato accoglimento delle richieste di finanziamento degli enti ‘storici’ che da anni operano al fianco della nostra comunitá.

Laura Garavini (Pd) ha presentato, insieme ai deputati del Partito democratico Gino Bucchino e Fabio Porta, un’interrogazione a risposta scritta per il ministro degli Esteri Franco Frattini  in cui si chiedono spiegazioni sulle ragioni che hanno indotto il responsabile del consolato di Stoccarda  ad esprimere un parere  non favorevole alle richieste di enti come l’Enaip NAIP, l’Ial-Cisl e “Progetto Scuola”, operanti da tempo al fianco dei nostri connazionali nel campo culturale e scolastico, volte ad ottenere fondi dal Mae per continuare l’esperienza formativa, nonché dei corsi di lingua e cultura presso la nostra comunitá di Stoccarda. Ricordiamo che un’interrogazione su questa questione è stata presentata anche a Palazzo Madama dal senatore del Pd Claudio Micheloni (vedi Inform n. 145 www.mclink.it/com/inform/art/10n14507.htm ).

Una scelta, quella del consolato, che, secondo i deputati interroganti,  rischia di determinare un salto traumatico nello svolgimento delle indispensabili attivitá di promozione della lingua e della cultura italiana nell’ambito della circoscrizione di Stoccarda. Alla luce di ció viene quindi interrogato il Governo su quali iniziative intenda intraprendere , attraverso il ministero degli Esteri, per fare in modo che le attivitá formative rivolte ad una delle più grandi comunitá italiane del mondo abbiano un regolare svolgimento fin dall’avvio del prossimo anno scolastico. Dagli interroganti vengono inoltre chieste le motivazioni del parere positivo espresso dal consolato di Staccarla ai finanziamenti per l’ente “Lernerfolg” e per l’associazione italo-tedesca DIG.

“È facilmente intuibile quanto sia attuale e importante in una zona come Stoccarda, dove vivono 120 mila nostri connazionali, – commenta la Garavini – garantire la promozione della nostra lingua e il sostegno all’integrazione scolastica dei ragazzi di origini italiana Negli anni passati enti quali l’Enaip, l’Ial – Cisl e “Progetto Scuola” si sono resi protagonisti di numerose attivitá scolastiche e formative, come per esempio i corsi di sostegno per alunni in etá scolare e di recupero nelle carceri, il doposcuola per i ragazzi in difficoltá, i corsi per adulti per il completamento dell’obbligo scolastico, i corsi di lingua commerciale con uso di computer, i seminari di formazione per docenti italiani e tedeschi, fino ad iniziative informative per i genitori, sul sistema scolastico e sui possibili sbocchi professionali… Non si spiega come mai il reggente del locale Consolato generale non abbia voluto accogliere le richieste di  questi enti ‘storici’ a ottenere fondi dal ministero degli esteri necessari per poter portare avanti anche in futuro le loro attivitá a servizio della comunitá italiana di Stoccarda”  “Ci aspettiamo – conclude la deputata eletta nella ripartizione Europa – che il Mae contribuisca a superare le perplessitá dei nostri connazionali che si vedono di colpo privati dalle tradizionali strutture di riferimento in un campo cosí sensibile come quello culturale e scolastico. Lo raccomandano il rispetto e la responsabilitá del nostro Paese nei confronti di una delle più grandi comunitá italiane del mondo”

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento