Data odierna 22-06-2017

“Condividiamo in pieno le preoccupazioni del Cardinal Bagnasco nella sua prolusione al Consiglio Permanente della CEI. Educazione e scuola, famiglia e lavoro sono le priorità per il Paese”:...

Costalli: Educazione scuola famiglia e lavoro priorità per il nostro paese

“Condividiamo in pieno le preoccupazioni del Cardinal Bagnasco nella sua prolusione al Consiglio Permanente della CEI. Educazione e scuola, famiglia e lavoro sono le priorità per il Paese”: lo ha affermato in una nota Carlo Costalli, presidente del Movimento Cristiano Lavoratori.
“In particolare – dice Costalli – condividiamo la grande attenzione all’educazione ed alla scuola che, ha sottolineato, “dopo la famiglia, dove papà e mamma sono i naturali ed irrinunciabili maestri, è un grande spazio di istruzione ed educazione dei nostri giovani” e ancora all’università “ambito privilegiato per pensare e sviluppare un impegno di evangelizzazione”". “Accompagnata dalla denuncia della grave discriminazione, perché ancora oggi non è garantita ai genitori piena libertà di educazione, – ha aggiunto Costalli – e dalla denuncia per il dramma dell’assenza di lavoro soprattutto per i nostri giovani, mentre prevalgono sempre più le logiche spietate di un mercato selvaggio. Lavoro e famiglia: le altre grandi priorità. La società ha assoluto bisogno di lavoro e di famiglia: cellula fondamentale della società, che va sostenuta di più con politiche mirate ed incisive, anche in sostegno alla natalità”.
Costalli ha assicurato che si terrà “ben conto delle riflessioni e delle sollecitazioni del Cardinal Bagnasco anche nel percorso di avvicinamento al nostro Congresso nazionale, partendo dal messaggio di speranza da lui inviato: “l’Italia non è una palude fangosa, dove tutto è insidia, sospetto, raggiro, corruzione’. Dobbiamo tutti reagire ad uno smarrimento generale”.
“È vietato tirarsi indietro”, chiosa. “Questo tempo chiede ai cattolici di uscire dall’irrilevanza”. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento