Data odierna 23-10-2017

Per far conoscere all’elettorato i candidati del Pd in Europa, il Circolo di Parigi ha organizzato diversi appuntamenti da qui alla prossima settimana. Domani, 29 gennaio, alle 19.30 nella Sezione PS...

Conosci il candidato: Da domani gli incontri del PD Parigi

Per far conoscere all’elettorato i candidati del Pd in Europa, il Circolo di Parigi ha organizzato diversi appuntamenti da qui alla prossima settimana.

Domani, 29 gennaio, alle 19.30 nella Sezione PS del 2eme arrondissment (1, rue Bellan – angolo rue Montorgueil) si terrà l’incontro con i candidati del Pd alla Camera e al Senato sul tema “Ricerca Sviluppo e Lavoro” insieme a Maria Chiara Carrozza, Capolista alla Camera in Toscana e responsabile del Forum Università e Ricerca del PD.

Saranno presenti Laura Garavini (Camera), Francesco Cerasani (Camera), Elio Carozza (Senato) e Marco Meloni (Responsabile Riforma dello Stato, Pubblica Amministrazione, Università e Ricerca del Partito Democratico, Candidato alla Camera per il PD in Liguria).

Seguirà, martedì 5 febbraio, l’incontro con Gianni Farina (Camera), mentre venerdì 8 alle 18.30, in un luogo ancora da definire, si terrà l’incontro con Andrea Biondi e Roberto Serra, entrambi candidati alla Camera.

Infine, mercoledì 13 febbraio, toccherà a Franco Narducci (Camera) e Claudio Micheloni (Senato).

Il Circolo segnala inoltre la conferenza in programma il 12 febbraio alle 18.30 sulle elezioni italiane organizzata da IRIS e Maison de l’Europe sul tema “L’Italia verso la Terza Repubblica?”.

“Vogliamo ringraziare i camarades del Partito Socialista Francese che sono al nostro fianco, aiutandoci nella logistica, come sempre, ma soprattutto con il loro supporto politico, perché il legame forte, segnato dall’appoggio di Bersani alla campagna di Hollande e dall’appoggio dato da Harlem Désir, segretario del PS, al Partito Democratico”, sottolineano dal Circolo Pd. “Questa presenza – proseguono – è una spinta in più per creare quello spazio politico europeo necessario perché si superi la crisi dell’Europa, che è crisi politica prima ancora che finanziaria. E questa collaborazione tra tutti i partiti progressisti europei è un punto chiaro e centrale della piattaforma politica che il partito porterà in Italia nella prossima legislatura. Unità tra i partiti progressisti europei che è fondamentale perché il nostro spazio europeo sia uno spazio di cittadini, di lavoratori, di studenti e non solo uno spazio finanziario”.

“Questo – concludono – è il momento di dimostrare con i fatti il proprio attaccamento al bene dell’Italia aiutando il Partito Democratico in questo difficile passaggio elettorale”. (aise)
Shinystat

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento