Data odierna 16-01-2018

A quarant’anni di distanza dalla famosa iniziativa antistranieri promossa da J. Schwarzenbach (respinta in votazione popolare il 7 giugno 1970) è lecito interrogarsi quali ne furono le cause e quali...

A quarant’anni di distanza dalla famosa iniziativa antistranieri promossa da J. Schwarzenbach (respinta in votazione popolare il 7 giugno 1970) è lecito interrogarsi quali ne furono le cause e quali conseguenze ha prodotto sulla politica svizzera in materia d’immigrazione e soprattutto sulla collettività italiana, allora e anche ora la più numerosa tra le numerose nazionalità presenti in Svizzera, da oltre 120 anni Paese d’immigrazione.

Sabato 18 settembre 2010, il ricercatore e pubblicista Giovanni Longu, terrà alla Casa d’Italia di Berna (Bühlstrasse 57) una conferenza sul tema: «1970-2010: com’è cambiata la collettività italiana in Svizzera!».

Il relatore cercherà di rispondere, avvalendosi anche di grafici e dati statistici, alle domande seguenti: Com’erano gli italiani e le italiane negli anni Sessanta e Settanta? Perché il 1970 è stato un anno fondamentale nella storia dell’immigrazione italiana in Svizzera? Quali fattori hanno determinato la fine di un tipo di immigrazione basato sul principio di «rotazione» e l’inizio di un lungo processo d’«integrazione»? Com’è cambiata la collettività italiana immigrata dagli anni Settanta ad oggi? Quali problemi dovette affrontare? Quali sono le sue caratteristiche principali?

In un arco di tempo relativamente lungo, ma anche vicino, è possibile misurare i numerosi cambiamenti che hanno interessato la collettività italiana in Svizzera. Confrontando la situazione di quarant’anni fa con quella di adesso sarà facile capire non solo quanta strada ha percorso la collettività italiana verso la piena integrazione, ma anche a che prezzo sono state pagate le conquiste di oggi, di cui beneficiano soprattutto le seconde e terze generazioni, ma anche le prime che hanno deciso di invecchiare in questa che per molti è divenuta la seconda Patria.

La conferenza è aperta al pubblico.

Giovanni Longu

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento