Data odierna 22-09-2017

Il Governo ha accolto l’Ordine del giorno (ODG) dell’On. Gino Bucchino (Pd) sulla tassa sui rifiuti che devono pagare i cittadini italiani residenti permanentemente all’estero proprietari di unità...

Bucchino: Accolto il mio ODG sulla riduzione della tassa sui rifiuti per gli emigrati

Il Governo ha accolto l’Ordine del giorno (ODG) dell’On. Gino Bucchino (Pd) sulla tassa sui rifiuti che devono pagare i cittadini italiani residenti permanentemente all’estero proprietari di unità immobiliari in Italia, garantendo che i comuni la riducano di oltre il 70%.

“Si tratta di un importante impegno che auspichiamo sia presto tradotto in realtà”, commenta Bucchino, primo firmatario dell’odg sottoscrtitto anche dai colleghi eletti all’estero Fedi, Porta, Garavini e Farina.

Presentando l’odg durante la discussione del decreto fiscale alla Camera, Bucchino aveva sottolineato come “tramite l’emanazione di un regolamento i comuni possono prevedere riduzioni tariffarie nel caso di abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all’anno, all’estero e che la tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte”.

Nella stessa occasione, il parlamentare eletto all’estero aveva inoltre rilevato che “la stragrande maggioranza dei cittadini italiani iscritti all’AIRE proprietari di unità immobiliari in Italia risiede permanentemente all’estero e torna in Italia esclusivamente per passarci brevi periodi di vacanza per cui la quantità media ordinaria dei rifiuti prodotti è ovviamente molto ridotta se non trascurabile”.per Bucchino ha chiesto l’impegno del Governo a “valutare la possibilità di predisporre una modifica alla disciplina dei tributi comunali sui rifiuti e sui servizi di cui al decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in legge 22 dicembre 2011 n. 214 legislativo che prescriva ai comuni di garantire ai cittadini italiani residenti permanentemente all’estero e proprietari di unità immobiliari in Italia non locate il pagamento di una tariffa commisurata all’effettiva quantità dei rifiuti prodotti e comunque non superiore al trenta per cento della tariffa che avrebbero pagato se fossero stati residenti in tale unità immobiliare”.

“Approvando l’Odg – commenta oggi Bucchino – il Governo si è impegnato a soddisfare questa richiesta. Attendiamo fiduciosi”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento