Data odierna 12-12-2017

Cosa può fare la Lombardia per conservare la cultura lombarda all’estero? Questa una delle domande che Ernesto R. Milani e Giovanni Girardi hanno posto a Franco Nicoli Cristiani, Vice Presidente...

Cosa può fare la Lombardia per conservare la cultura lombarda all’estero? Questa una delle domande che Ernesto R. Milani e Giovanni Girardi hanno posto a Franco Nicoli Cristiani, Vice Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, nel corso di un’intervista pubblicata sul portale dei “Lombardi nel mondo”.

Dopo aver ripercorso la propria carriera politica e parlato delle riforme necessarie per sostenere le piccole e medie imprese lombarde, Nicoli Cristiani ha affermato che, anche nelle politiche migratorie, si deve stare al passo con i tempi.

“Dovremmo fare prima una fotografia sulla storia del passato e poi prendere in considerazione quello che è oggi il fenomeno migratorio. Noi – ha ricordato – siamo tutto un paese, non solo il bresciano o la Lombardia, di migrazione. Siamo stati un paese di migrazione. Io ho ricordi bellissimi e anche tristi di persone del mio paese che andavano a lavorare nelle miniere in Belgio e di morti di silicosi, negli anni cinquanta e sessanta. Nei cimiteri della mia terra c’è ne sono molti, un po’ perché i minatori camuni erano ricercati, erano considerati molto bravi come gli abruzzesi. Però questo è il passato. Oggi l’emigrazione è diversa, stiamo andando verso una emigrazione più intellettuale, più tecnica. Esportiamo tecnici o ingegneri, a volte, non solo mano d’opera, ma esportiamo soprattutto esperienza e professionalità”.

“Su questo oggi dobbiamo ragionare. Nella mia esperienza all’estero con le nostre comunità – ha raccontato Nicoli – ho trovato connazionali di ogni regione, ma tutti imprenditori e professionisti, con un lavoro stabile o ben definito. Oggi i nostri giovani laureati hanno molte più possibilità di trovare un lavoro in Europa”.

Ma, gli è stato chiesto, cosa può fare la Lombardia, nel suo piccolo, per conservare la cultura lombarda e mantenerla viva all’estero?

“La Regione Lombardia, – ha risposto – in momenti di normalità di bilancio, potrebbe mettere a disposizione delle borse di studio per i giovani lombardi perché possano venire in Italia per fare degli stage. Altre cose non credo se ne possano fare”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento