Data odierna 25-09-2017

Silvio Berlusconi in tribunale a Milano per rendere dichiarazioni spontanee nel processo d’appello sul caso Mediaset si difende dalle accuse (“Io sono totalmente estraneo alla situazione che...

Berlusconi: “Il 23 marzo in piazza contro il cancro della magistratura”

Silvio Berlusconi in tribunale a Milano per rendere dichiarazioni spontanee nel processo d’appello sul caso Mediaset si difende dalle accuse (“Io sono totalmente estraneo alla situazione che mi viene contestata”) e lancia una manifestazione in piazza, a Roma, sulla giustizia. “Nel periodo 2002-2003 ero presidente del consiglio e non mi sono mai occupato di diritti televisivi”, ha detto davanti ai giudici. L’ex premier ha spiegato di essere “trasecolato” dopo la condanna a quattro anni in primo grado: “Credo che quella sentenza sia stata una grande cantonata”. Poi, fuori dall’aula, l’annuncio: “Queste accuse ci porteranno in piazza il 23 marzo”. L’ex premier non ha detto dove, ma la sede potrebbe essere piazza San Giovanni a Roma. Ancora una volta Berlusconi si scaglia contro “parte della magistratura che è una patologia del nostro sistema, un cancro della nostra democrazia”.

Berlusconi ha parlato in aula prima che la Procura generale attraverso Laura Bertolè Viale, che rappresenta l’accusa, formuli le richieste, attese per essere di conferma della condanna di primo grado, arrivata il 26 ottobre 2012. “Per i sei miliardi di tasse che il mio gruppo ha pagato dal 1994 merito una medaglia d’oro da mettere sul petto, per questo considero la condanna nei miei confronti in primo grado una grande cantonata giudiziaria”, ha spiegato l’ex premier.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento