Data odierna 23-10-2017

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali – Direzione Generale per gli Affari Internazionali)...

Assistenti italiani all’estero: il MIUR pubblico l’avviso per il 2012

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali – Direzione Generale per gli Affari Internazionali) informa che per l’anno scolastico 2012-2013, sono disponibili dei posti retribuiti di assistenti di lingua italiana all’estero.

I posti, distribuiti presso scuole di vario ordine e grado, sono ripartiti: in Austria 30 posti; in Belgio (lingua francese) 3; Francia: 180; Irlanda: 6; Repubblica Federale di Germania: 30; Regno Unito: 15; Spagna: 30.

Il modulo della domanda sarà disponibile on-line dal 19 dicembre 2011.

Stando all’avviso, “i posti di assistente di lingua italiana all’estero sono attribuiti previa selezione dei candidati e riservati esclusivamente a studenti universitari di madrelingua e cittadinanza italiana in possesso di tutti i requisiti previsti, ovvero: non aver compiuto il 30° anno di età alla data di scadenza dell’avviso; trovarsi in una delle seguenti condizioni: essere iscritto per l’A.A. 2011-2012 ad un Corso di laurea specialistica/magistrale presso una Università italiana; prevedere di conseguire una laurea specialistica/magistrale presso una Università italiana entro i termini dell’A.A. 2010-2011; aver conseguito la laurea quadriennale o la laurea specialistica/magistrale presso una Università italiana dal 1° giugno 2011; essere iscritto nell’A.A. 2011-2012 ad una Scuola di specializzazione o Master (di I o II livello) o Dottorato di ricerca specifici su lingue straniere o lingua e letteratura italiana presso una Università italiana (solo per chi ha già conseguito una laurea quadriennale o specialistica/magistrale presso una Università italiana).

Alla selezione sono ammessi a partecipare anche i candidati iscritti ovvero in possesso di titoli rilasciati da una Università telematica riconosciuta con decreto del Ministero del’Istruzione, Università e Ricerca. L’elenco di tali Atenei è disponibile sul sito www.istruzione.it, settore università, argomento Atenei.

Non sono ammessi alla selezione i candidati che risultino iscritti a Corsi di perfezionamento. Alla selezione sono ammessi i candidati che risultino iscritti al Corso di laurea specialistica/magistrale dall’A.A. 2007-2008 ed i candidati che risultino iscritti ad una Scuola di specializzazione, ad un Dottorato o ad un Master dall’A.A. 2009-2010. Nel caso di candidati in possesso di laurea quadriennale conseguita dal 1° giugno 2011 l’anno accademico di prima iscrizione non deve essere antecedente all’A.A. 2005-2006.

Occorre poi essere in possesso di: Laurea triennale in: Scienza della mediazione linguistica CL3/L12, Lettere CL5/L10, Lingue e culture moderne CL11/L11, Storia CL38/L42, Filosofia CL29/L5 o Laurea quadriennale in: Interpreti e Traduttori, Lettere, Lingue e Culture Europee, Lingue e Letterature Moderne, Studi Comparatistici ed iscrizione ad un Corso di laurea specialistica/magistrale qualsiasi oppure iscrizione ad una Scuola di specializzazione o Master o Dottorato di ricerca specifici su lingue straniere o lingua e letteratura italiana presso una Università italiana – questa opzione è valida solo per i candidati in possesso di laurea quadriennale o laurea specialistica/magistrale C2″.

Bisogna poi aver sostenuto: “D1. almeno due esami (è possibile inserire nella domanda fino a cinque esami) relativi alla Lingua, Letteratura o Linguistica del Paese per il quale si presenta la domanda”; “almeno due esami (è possibile inserire nella domanda fino a cinque esami) relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica italiana”;

Tra gli altri requisiti: “essere cittadino italiano, essere libero da impegni relativi agli obblighi militari per il periodo settembre 2012 – maggio 2013, non essere già stato assistente di lingua italiana all’estero su incarico del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, non avere rinunciato all’incarico di assistente, se selezionato in anni precedenti, senza validi, gravi e comprovati motivi, non essere legato da alcun rapporto di impiego o di lavoro con amministrazioni pubbliche nel periodo settembre 2012 – maggio 2013 (periodo dell’incarico del presente avviso), non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti, essere di sana e robusta costituzione fisica, esente da difetti od imperfezioni che possano influire sullo svolgimento dei compiti inerenti all’attività di assistente.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del bando (20 gennaio 2012).

Quanto alle modalità di presentazione delle domande, “la domanda può essere presentata per uno soltanto tra i seguenti Paesi: Austria, Belgio (lingua francese), Francia, Irlanda, Repubblica Federale di Germania, Regno Unito e Spagna. La presentazione di domande di partecipazione per più Paesi comporta l’esclusione dalla selezione. La compilazione del modulo on-line dovrà essere completata entro il 20 gennaio 2012″.

Gli assistenti di lingua svolgono la loro attività sotto la guida del docente di lingua italiana al quale sono affiancati nelle istituzioni scolastiche del Paese di destinazione. Essi debbono operare con disponibilità e spirito di iniziativa, nella consapevolezza che la qualità del lavoro svolto può fornire un piccolo ma significativo contributo alla promozione ed alla conoscenza della lingua e della cultura italiana nel Paese ospite.

L’attività degli assistenti comporta, di regola, un impegno scolastico della durata di 12 ore settimanali.

L’assistenza sanitaria è assicurata dal Paese in cui è svolta l’attività. Non è prevista la corresponsione di assegni familiari. Le spese di viaggio e di soggiorno all’estero sono a carico degli assistenti. L’attività di assistente di lingua italiana all’estero non dà titolo a valutazioni ai fini giuridici ed economici, né in generale a trattamenti di carattere previdenziale.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento