Data odierna 11-12-2017

Si è riunito questa mattina a Palazzo Chigi il Consiglio dei Ministri che, presieduto dal premier Silvio Berlusconi, ha approvato il decreto legislativo sul federalismo fiscale. Prima di entrare nel...

Si è riunito questa mattina a Palazzo Chigi il Consiglio dei Ministri che, presieduto dal premier Silvio Berlusconi, ha approvato il decreto legislativo sul federalismo fiscale. Prima di entrare nel merito dell’odg, il Ministro Sacconi ha riferito sull’aggressione a danno della CISL, la cui sede questa mattina è stata presa d’assalto da uova e fumogeni. Nell’esprimere ferma condanna per il gesto, il Consiglio ha rivolto espressioni di solidarietà nei confronti del Sindacato e del Segretario Bonanni.
Approvato, si diceva, uno schema di decreto legislativo di attuazione della legge n.42 del 2009 in materia di federalismo fiscale, concernente l’autonomia di entrata per le Regioni a statuto ordinario e le province ubicate nel loro territorio, nonché la determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario.
Con questo decreto vengono disciplinate la soppressione dei trasferimenti statali di parte corrente con carattere di generalità e permanenza, la compartecipazione delle medesime Regioni al gettito dell’IVA, l’addizionale regionale all’IRPEF e l’IRAP, che le Regioni possono ridurre fino all’azzeramento. Sono inoltre individuate le fonti di finanziamento delle province, nonché i meccanismi perequativi. Viene poi disciplinata, a decorrere dall’anno 2013, la determinazione dei costi standard e fabbisogni standard per le Regioni nel settore sanitario.
Sul provvedimento, l’esame del quale era già stato avviato dal Consiglio lo scorso 7 settembre, dovranno essere acquisiti l’intesa in sede di Conferenza unificata, nonché i pareri della Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo e delle altre Commissioni competenti per materia.
Via libera anche ad uno schema di decreto legislativo per il riordino e la semplificazione della normativa statale in materia di turismo, in attuazione della delega prevista dall’articolo 14 della legge n. 246 del 2005. Con l’approvazione del codice il Governo riconduce a sistema una situazione normativa complessa e frammentata, al fine di dare certezza ai consumatori ed operatori del settore. Sullo schema saranno acquisiti i pareri del Consiglio di Stato e delle Commissioni parlamentari;
È stato inoltre deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Condofuri (Reggio Calabria), dove sono state individuate forme di condizionamento da parte della criminalità organizzata, ed è stato dichiarato lo stato d’emergenza nei territori delle province di Genova e Savona per gli eccezionali eventi atmosferici dei giorni scorsi.
Infine, Il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ha illustrato al Consiglio il Piano di semplificazione amministrativa 2010-2012.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento